Commenta

Riordino personale in Comune: ai Musei arrivati tre nuovi addetti

musei

Sono già in servizio presso le varie sedi museali tre dipendenti comunali che avevano fatto richiesta di mobilità interna a seguito dell’avviso emesso la scorsa estate dall’Ufficio personale. In pratica, un rimescolamento di carte tra il personale di inquadramento B, per limitare il ricorso ad addetti esterni. Tre dipendenti a tempo pieno sono stati dirottati sui musei: una guardia giurata (non armata) proveniente dalle Politiche Educative; un usciere in precedenza addetto alla sorveglianza in sala Alabardieri e salone dei Quadri; un addetto del cimitero non idoneo allo svolgimento di lavori pesanti. Due le guardie giurate in servizio ai Musei, dipendenti dalla società esterna, che sono rimaste in servizio; altre guardie giurate verranno opportunamente formate da parte del Comune sempre tra il personale interno, senza però l’acquisizione del patentino per il porto d’armi.

La necessità di un riordino del personale nel settore museale deriva anche dal trasferimento della collezione d’archi storica di palazzo Comunale al Museo del Violino. Solitamente erano almeno due persone ad effettuare la sorveglianza nella sala dei violini, ora vuote.

Altra novità riguarderà presto il Settore Entrate di via Geromini: il dirigente Mario Vescovi ha fatto richiesta di una figura con competenze in materia tributaria ed  economico finanziaria, di categoria D. La nuova figura dovrà compensare la perdita di un’unità di personale avvenuta nei mesi scorsi e l’aumentato carico di lavoro in materia di Imu. Il bando di mobilità è rivolto alle altre amministrazioni pubbliche; candidature da presentare entro il 14 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti