Commenta

Volontariato giovanile, firmato protocollo tra Comune e Cisvol

protocollo

Il sindaco Oreste Perri e il presidente del CIS.Vol. Giorgio Reali hanno sottoscritto, nella Sala Azzurra di Palazzo Comunale, il protocollo di intesa tra il Comune di Cremona – Assessorato alle Politiche Giovanili – e  CIS.Vol. di Cremona – Centro di Servizio per il Volontariato, per lo sviluppo di azioni per la promozione del protagonismo e lo sviluppo di forme di volontariato e cittadinanza attiva giovanili. Alla firma del testo, di cui sono poi stati illustrati i contenuti, hanno partecipato l’assessore alle Politiche Educative e Giovanili  Jane Alquati, l’assessore alle Politiche Sociali  Luigi Amore,  Francesco Monterosso, direttore del  CIS.Vol. Cremona, e Raimonda Lobina, referente CIS.Vol.

Il Comune di Cremona, nel 2009, aveva stipulato con  CIS.Vol. un protocollo di intesa, con validità triennale, per la pianificazione di un sistema integrato di azioni per la promozione del protagonismo e lo sviluppo di forme di volontariato e cittadinanza attiva giovanili.  “Considerati gli effetti positivi derivati da quell’accordo – dichiara l’assessore alle Politiche Giovanili Jane Alquati – si è deciso di proseguire la collaborazione sottoscrivendo un nuovo protocollo di intesa, sempre di durata triennale, così da proseguire l’attività finalizzata a realizzare una cultura della cittadinanza attiva e del volontariato favorendo la partecipazione ed il protagonismo giovanile.

L’intesa tra Comune e CIS.Vol. parte dal presupposto che i giovani costituiscono un fattore centrale di crescita sociale e culturale cui sono trasversalmente interessate le agenzie del territorio, mentre, d’altro canto, è sempre più urgente l’esigenza di un raccordo programmatico tra le istituzioni e le realtà dell’associazionismo e del volontariato del territorio. Promuovere modalità di lavoro partecipate ed integrate rientra inoltre negli intenti dell’ Assessorato Politiche Giovanili.

Le finalità dell’intesa sono di promuovere lo sviluppo di iniziative dirette, in via prioritaria, alla crescita personale e sociale del giovane; allo scambio interculturale in un’ottica di sviluppo dell’appartenenza alla comunità civile; al protagonismo giovanile inteso come cittadinanza attiva da realizzarsi in un sistema condiviso con gli altri soggetti del territorio che già se ne occupano.

Gli obiettivi sono ben definiti: confermare e potenziare i rapporti di collaborazione già esistenti nell’ambito del Servizio Civile Nazionale e Servizio Volontario Europeo ipotizzando un percorso di programmazione condivisa al fine di un migliore utilizzo delle risorse comuni; avviare un processo di maggiore sostegno e promozione alle realtà associative che fanno capo all’associazionismo giovanile attraverso coinvolgimento operativo e tempestiva informazione riguardo le iniziative coordinate e proposte dal CIS.Vol.; attivare una collaborazione più sistematica con Agenzia Servizi Informagiovani e consulte studentesche del territorio così da migliorare la conoscenza delle molteplici attività del volontariato locale in tema di impegno per e nel sociale; condividere le azioni di promozione informativa condotte nell’ambito del Progetto Zero/18 che ha come finalità la migliore conoscenza in ambito scolastico del ruolo economico, produttivo del territorio cremonese, le sue potenzialità occupazionali e le dinamiche riguardanti i ruoli professionali richiesti.

In base al documento sottoscritto, l’Assessorato alle Politiche Educative e Giovanili ed il CIS.Vol. adottano come metodo di lavoro la condivisione delle finalità sopra indicate e la programmazione concertata delle strategie e delle modalità di intervento, nel pieno rispetto dei reciproci mandati e delle identità delle parti. Pertanto, si è concordato che gli ambiti di lavoro del piano d’azione possano essere: promozione, sensibilizzazione e gestione rispetto alle progettualità riguardanti il Servizio Civile Nazionale ed il Servizio Volontario Europeo nelle scuole e nei contesti di volta in volta condivisi e individuati; implementazione di azioni volte a favorire la partecipazione ed il protagonismo giovanile anche attraverso gli strumenti informativi e comunicativi dell’ Agenzia Servizi Informagiovani di Cremona; creazione e sviluppo di sinergie sul piano formativo rivolte al mondo adulto e al mondo giovanile e studentesco nei diversi ambiti dell’associazionismo e del volontariato; promozione, condivisione e sviluppo di attività finalizzate all’emersione e al consolidamento dell’associazionismo giovanile nel nostro territorio; promozione delle attività informative all’interno delle scuole finalizzate alla conoscenza del ruolo del Volontario quale figura pienamente inserita nel tessuto produttivo locale, ed insieme interprete di donazione gratuita del proprio tempo- lavoro per il benessere della comunità locale.

La programmazione delle azioni vedrà impegnato un tavolo tecnico di lavoro che si riunirà per almeno due volte l’anno.

Prosegue l’assessore Alquati: “La sottoscrizione del nuovo protocollo di intesa tra l’Assessorato alle Politiche Giovanili, che sviluppa progetti negli ambiti della cittadinanza attiva, della promozione individuale e collettiva dei giovani e dell’espressività personale e di gruppo, e  CIS.Vol.  CVS Cremona che opera negli ambiti di formazione, promozione e progettazione che riguardano l’ecosistema del volontariato nel nostro territorio, rappresenta un’importante occasione di sinergia operativa.”

“L’accordo – conclude l’assessore – permetterà infatti di avviare processi di maggiore sostegno e puntuale promozione alle attività dei soggetti facenti capo all’associazionismo giovanile, di potenziare i rapporti di collaborazione già esistenti in tema di Servizio Civile Nazionale e Servizio Volontario Europeo ipotizzando percorsi di programmazione condivisa, e di attivare collaborazioni più sistematiche con Agenzia Servizi Informagiovani di Cremona, Consulte studentesche del territorio, condividendo infine le azioni di promozione condotte nell’ ambito del Progetto 0/18.”

L’assessore Luigi Amore, dal canto suo, sottolinea quanto sia fondamentale la collaborazione con l’associazionismo ed il volontariato, sia per quest’ultimo che per l’ente locale. L’auspicio dell’assessore Amore è che, nel prossimo futuro, sia migliorata la rete del volontariato in modo che ci sia un’azione comune, senza steccati, pur nel rispetto dell’autonomia e della specificità di ogni componente.

Infine, il sindaco Oreste Perri, esprimendo il suo apprezzamento per l’accordo siglato, ritiene importante questo interesse rivolto ai giovani che vanno giustamente sensibilizzati e coinvolti nel lavoro silenzioso, ma di grande rilevanza, svolto dalle numerose associazioni di volontariato.

“La collaborazione – conclude il presidente Giorgio Reali – è una buona prassi del nostro lavoro. L’impegno che portiamo avanti è di trasformare le parole in atti concreti, e questo documento indica la via da intraprendere per quanto riguarda i giovani che hanno bisogni di esempi ai quali fare riferimento.” “Noi siamo per una cultura della cittadinanza – conclude Reali – dell’unità che va oltre la crisi, superando l’autoreferenzialità.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti