Commenta

Nazionale amputati parte da Cremona: 'Ci sentiamo adottati'

https://www.youtube.com/watch?v=Bl5HhdD5qGk

Sopra, il video della nazionale italiana amputata nella gara in Francia

Italia-Francia di calcio a Cremona. Sulle stampelle. E’ stato presentato al centro US. Cremonese di via Postumia l’evento sportivo e di solidarietà che vedrà sabato 5 ottobre (ore 15) al campo ‘Soldi’ scendere in campo la nazionale amputati francese contro la nazionale amputati italiana. E’ la prima partita ufficiale internazionale di questo tipo che si disputa in Italia. L’ingresso è gratuito e la telecronaca sarà eccezionalmente ad opera di Bruno Pizzul. L’incontro costituisce la gara di ritorno dell’amichevole giocata ad Annency il 27 aprile. Finì 5 a 2 per i transalpini che però hanno un’esperienza pluriennale alle spalle e vantano la partecipazione alla Coppa del Mondo 2012 in Argentina.
Ora, la partita casalinga per la nazionale azzurra, nata recentemente dall’idea di Francesco Messori, 14enne reggiano amputato ad una gamba e appassionato di calcio che il 5 febbraio ha disputato per la prima volta il suo primo torneo proprio a Cremona, precisamente a Bonemerse. Sostenuto dal Csi, ha aperto una pagina su Facebook e accolto adesioni per la rappresentativa nazionale composta da quindici ragazzi e uomini provenienti da tutta Italia. “Una prima importante per la disabilità – ha esordito in conferenza stampa Anna Maria Manara, responsabile nazionale attività Csi per disabili e membro del Consiglio Nazionale del Cip – che premia la città che ha accolto le prime partite ufficiali di Messori. Questi ragazzi sono un esempio di quell’idea di sport per tutti, ma con grande valore e dignità tecnica, sempre perseguita nelle attività sportive del Csi, ed è un sogno che si avvera non solo per loro, ma per tutti noi”. “Anna ci sei riuscita – è intervenuto il sindaco riferendosi a Anna Maria Manara – e ci sei riuscita bene. Cremona è una città sensibile allo sport per disabili. Nello sport si scoprono non le disabilità, ma le abilità delle persone diverse abili”. “Mettiamo a disposizione le strutture con grande gioia per questi eventi – ha proseguito Guerrino Ghio, respondabile settore giovanile della Cremonese – La cremonese è contenta e soddisfatta di questa collaborazione”. “Ringrazio la città di Cremona – il contributo di Francesca Mazzei, madre di Francesco Messori e dirigente della nazionale italiana amputati – Ci sentiamo adottati da questa città, Francesco ha disputato qui il suo primo torneo. Quello che mi sento di dire, oltre a ringraziare tutti, è che quando uno scommette, alla fine vince sempre. L’evento a Cremona ne è la testimonianza”.
Presente alla conferenza stampa anche uno dei giocatori della nazionale che sabato scenderà in campo: “Un anno e mezzo fa non pensavo neanche fosse possibile una competizione del genere – ha raccontato Gianni Sasso – Mi hanno amputato una gamba molti anni fa a seguito di un incidente. Da quel momento ho giocato a calcio accanto ai miei amici cosiddetti normodotati, imparando ad utilizzare le stampelle. Sono un maratoneta e pratico paratriathlon, ora giocare a calcio nella nazionale amputati è un’emozione. Questa squadra dà la possibilità per chi non ha una gamba di realizzare un sogno”.
Quindici giocatori nella rosa, sette in campo, altri sei o sette che hanno già contattato il Csi per aderire alla nazionale. “Modificare le regole per dare un’opportunità alle persone disabili – ha spiegato il vicepresidente provinciale Csi Claudio Ardigò – è una caratteristica del Csi. Non c’è alcuna differenza tra il sudore dei normodotati e quello delle persone diversamente abili. Lo dimostreranno i giocatori sul campo”.
Presenti anche rappresentanti di Coni, Cip (Comitato Italiano Paraolimpico), Ufficio scolastico territoriale e Panathlon, oltre all’assessore ai Servizi Sociali Luigi Amore.
Progetti futuri? Un’idea emersa dalla conferenza stampa, quella di promuovere il canottaggio per disabili a Cremona, sfruttando la cultura e l’esperienza della città per questo sport e le strutture come il Canale Navigabile.

NAZIONALE CALCIO AMPUTATI
IL PROGRAMMA

VENERDì 4 OTTOBRE

Ore 11 Itis ‘Torriani’: La Nazionale incontra studenti delle scuole superiori
Ore 18.30 Palazzo comunale: Benvenuto della città e presentazione della manifestazione

SABATO 5 OTTOBRE

Ore 9.30 Centro sportivo ‘Arvedi’: Allenamento a porte aperte delle due nazionali
Ore 14 Campo ‘Soldi’: riscaldamento
Ore 15 Campo ‘Soldi’: Italia-Francia
Ore 17: Premiazioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti