Cronaca
Commenta5

Lunedì assemblea a porte chiuse per Pd pre-congresso

Assemblea a porte chiuse lunedì sera, 7 ottobre, per il Pd provinciale. Quindi con ingresso riservato alla sola platea degli iscritti designati nella precedente tornata congressuale. Lo ha deciso la segreteria del partito riunitasi sabato mattina; un’altra segreteria si terrà appena prima dell’inizio dell’assemblea. Un accavallarsi di incontri che la dice lunga sulla delicatezza del momento. Maria Rosa Zanacchi, presidente dell’assemblea, nega che vi siano timori particolari di fuga di notizie (da sempre una costante, anche delle riunioni di segreteria).

In ballo c’è il cammino congressuale, dopo che dal nazionale è giunta l’indicazione a svolgere i congressi dei vari  circoli nel week end del 26 e 27 ottobre. In quel contesto si dovrebbe votare anche per il segretario provinciale.  L’assemblea di lunedì  apre dunque un percorso che vede un’accelerata verso la scelta del successore di Titta Magnoli,  che una parte del partito avrebbe voluto evitare, magari posticipandola a dopo le elezioni amministrative. Il dibattito è tuttora aperto, l’ultima ipotesi è che si vada verso i rinnovi delle compagini di segreteria provinciale e cittadina, senza però procedere all’elezione segretario provinciale, che resterebbe in carica pro tempore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti