Commenta

Compra cellulari con carta rubata e rivende, pregiudicato individuato Un IPhone acquistato da titolare di altro negozio di telefonia

callulari

Nelle foto, il pregiudicato nelle registrazioni delle telecamere e l’IPhone

Cellulari comprati con una carta di credito rubata. Poi la rivendita, almeno in un caso, per guadagnare soldi veri da mettere in tasca. Un pregiudicato (ossia l’uomo che ha acquistato i telefoni al centro commerciale di Gadesco dopo essersi impossessato di un portafogli contenente la carta) e il titolare di un negozio di telefonia di Cremona (la persona che, pagando, ha poi ricevuto uno dei telefoni) sono finiti nei guai in seguito alle indagini – proseguite fino alle scorse ore – della squadra mobile della polizia.

Alla base della vicenda c’è il portafogli (contenente la carta di credito) fatto sparire dalla borsa di un medico dell’ospedale il 15 settembre. Del furto, il professionista si è reso conto grazie alla ricezione di sms con le segnalazioni dell’utilizzo della carta di credito da parte di qualcuno. Un primo acquisto, da 849 euro, era stato effettuato attorno alle 11 all’Iper di Gadesco. Mezz’ora dopo, un altro acquisto, questa volta da 699 euro, in un centro di una nota compagnia telefonica, all’interno del Cremona Due. Un terzo utilizzo della carta, sempre nell’area commerciale di Gadesco, non è invece andato in porto perché nel frattempo il medico aveva bloccato le funzioni chiamando il numero verde.

La squadra mobile, dopo la denuncia del dottore, si è poi attivata per le indagini. Ha accertato che gli acquisti riguardavano un Iphone 5 e un Samsung Galaxy S4. E ha notato nelle immagini del sistema di videosorveglianza del Cremona Due un noto pregiudicato (conosciuto per reati contro il patrimonio e la persona). Una volta rintracciato, evidenziano i poliziotti, l’uomo è stato portato negli uffici della polizia di via dei Tribunali, ha ammesso le proprie responsabilità e ha raccontato di aver ceduto al titolare di un negozio di telefonia del capoluogo, per 300 euro, uno dei telefoni (l’IPhone).

Il pregiudicato è stato denunciato per furto e illecito utilizzo di carte di credito. Il telefono Apple è stato invece trovato (ancora imballato con cellophane e accompagnato dallo scontrino) e sequestrato dalla polizia, intervenuta nel centro telefonico della città per verificare la posizione del titolare. Nei confronti del negoziante gli investigatori stanno ora procedendo con l’ipotesi di ricettazione (“ravvisata nel suo comportamento una condotta illecita in quanto le diverse contingenze della vicenda avrebbero indotto chiunque a rendersi conto della provenienza illecita dell’oggetto” fa sapere la questura).

Mentre il portafogli è stato recuperato e riconsegnato al dottore, continuano gli accertamenti per scoprire la fine fatta dall’altro cellulare comprato con la carta rubata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti