12 Commenti

Questua con molestie in via Solferino Denunciato un nigeriano

polizia comando

Un nigeriano è stato denunciato per molestie questa mattina, in via Solferino, per avere pesantemente preso di mira una ragazza che stava passeggiando insieme alla famiglia. L’episodio è avvenuto nei pressi del mercato; il nigeriano, senza fissa dimora ma regolarmente presente in Italia, è un volto noto alle forze dell’ordine e a chi è solito frequentare la piazza cremonese di sabato, in concomitanza del mercato, per chiedere qualche spicciolo ai passanti. Questa volta però è andato oltre la semplice richiesta, seguendo e  importunando la giovane. Le urla della ragazza, oltre alla reazione del  padre intervenuto in sua difesa, sono state notate dagli agenti in borghese e in divisa della Polizia Locale che pattugliano il mercato. Il nigeriano  è stato condotto al Comando di piazza Libertà, dove sono state verificate generalità ed eventuali precedenti. Accertati i fatti, è scattata la denuncia. Il nigeriano solitamente arriva a Cremona per la questua nelle giornate di maggiore affluenza in centro, per poi spostarsi tra Brescia, Verona e Padova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • no comment!!
    sapete che se ne fa sto tipo della denuncia??
    ecco,bravi,indovinato!mah

    • nico

      E allora cosa bisogna fare? Se lo denunciano perchè lo denunciano, se non lo denunciano perchè non lo denunciamo. Se i vigili non fanno niente è perchè sono in tangenziale a prosciugare le tasche dei poveri automobilisti, se fanno qualcosa sarebbe meglio che non sprecassero il loro tempo, che noi paghiamo, e facessero cose più utili. Decidiamoci.

      • bisogna metterlo su una barchetta e rispedirlo a casa sua!perchè sta gente non solo non si vuole integrare,ma sa che cmq non rischia nulla in italia!provate a girare i paesi europei e vedete come”trattano”questi casi!!!solo l italia è considerata il paese dei balocchi!

        • sandra

          Esatto.Ma forse non basta. Potrebbe sempre pensare di tornare qui…

      • francesco

        ci troviamo in tribunale cosi ripeterai d’avanti al giudice che i vigili fanno niente. Almeno una querela nei tuo confronti e’ un lavoro, o no’?

        • cico

          non ho capito con chi ce l’hai,francesco

        • Riccardo

          Tutti hanno il DIRITTO di manifestare liberamente il loro pensiero con la parola, lo scritto o ogni altro mezzi di diffusione. Articolo 21 della Costituzione.

      • cico

        nico,cosa dici?cos’hai contro i nostri bravi vigili?

        • nico

          abbiamo pescato un pesce in casa!!

          • cico

            roby 27 “ma va a +++++++ in del ++++

  • sandra

    La denuncia , cioe il massimo che si possa fare in questi casi , ovviamente non serve a nulla. E l’ amico e’ pronto a ripetersi.
    E allora ? Vuol dire semplicemente che il nostro sistema di trattare casi come questo è sbagliato , se non punisce immediatamente e non ne impedisce la reiterazione. È una grave stortura giuridica , che danneggia , come sempre , le vittime e i più deboli. Ma è come parlare al vento. Chi esce solo con la scorta questo tipo di problemi non li ha…

    • Luca

      Ovvio..se poi abbiamo un presidente che ogni 3×2 piange per i carcerati….