Commenta

Sindacati e ospedale ai ferri corti, al vaglio anche azioni legali

mariani-prefetto

AGGIORNAMENTO – Nulla di fatto nell’incontro in Prefettura di questa mattina per trovare una conciliazione tra sindacati e azienda Ospedaliera di Cremona. Il  tema era il pagamento delle ore straordinarie anno 2012, che l’azienda ha proposto di saldare attraverso il Fondo del Direttore 2013. Soluzione che non trova d’accordo le segreterie di Cgil, Cisl Uil pubblico impiego e Rsu. “Al tavolo di confronto – comunica l’Ospedale  – le organizzazioni sindacali hanno mantenuto la loro posizione in merito. Data la non possibilità di percorrere la strada richiesta, l’Azienda ha confermato la propria soluzione già presentata in sede di trattativa. Preso atto dell’impossibilità di conciliare le due posizioni, il Prefetto ha chiuso l’incontro con l’auspicio che sia trovato, a breve, un punto di incontro”.

Durissima la reazione dei sindacati, convinti delle loro ragioni e che stanno preparando una serie di manifestazioni. “L’azienda non ha dato nessuna garanzia sul reperimento dei soldi necessari per pagare le ore straordinarie effettuate”, spiega Monica Vangi, segretaria Funzione Pubblica Cgil. “Abbiamo già provveduto a mandare una comunicazione sia all’azienda che al personale, con la quale togliamo la firma all’accordo in base al quale il 10% del Fondo di produttività andava al Fondo del Direttore generale”. Non solo: i sindacati adottano la linea dura e hanno diramato una nota ai dipendenti chiarendo che ogni richiesta di rientro in servizio o comunque variazione di orario dovrà essere d’ora in poi formalizzata per iscritto. Sono circa 18mila le ore straordinarie lavorate e non pagate nel 2012, per un totale di 270mila euro: i dipendenti non capiscono come questa cifra non  possa essere reperita, a fronte di altri investimenti aziendali dalla dubbia efficacia (tra cui l’appalto per l’affidamento esterno della cucina, rimasto a metà e mai assegnato e che sta costringendo l’azienda a ricorrere a contratti interinali). In corso di valutazione anche iniziative legali in quanto oltre alla violazione di accordi sarebbe stato leso anche il regolamento aziendale sul pagamento degli straordinari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti