4 Commenti

Circuito S. Martino del Lago: 'Troppo rumore Dove sono i controlli?'

san-martino

“Troppo rumore dal Circuito di San martino del Lago”. E’ il coordinamento dei Comitati contro le autostrade Cr-Mn e Ti-Bre a lanciare l’appello sulla nuova pista per auto e moto costruita lungo la Giuseppina, poco distante dai centri abitati. “Se i livelli di inquinamento acustico – scrive Cesare Vacchelli per il comitato – sono al limite della sopportazione nei territori dei comuni di Voltido, Drizzona e, probabilmente anche in quelli di Piadena e di Torre dè Picenardi, non osiamo immaginare a quale livello di rumore siano sottoposti i cittadini di Cà dè Soresini, San Martino del Lago, Cingia dè Botti e Solarolo Rainerio. Il rumore, come altrettanto noto, ha pesanti ricadute sulla salute umana e, per ora, pare l’unico elemento visibile dell’esistenza in zona di questo discusso e discutibile impianto. Tutto ciò a dispetto delle aspettative di benessere e di rilancio economico che, a detta dei suoi fautori, lo stesso avrebbe portato al territorio”.
“Dove sono i controlli che gli enti preposti, sindaco in testa, avevano promesso a piene mani? – chiede Vacchelli – E, soprattutto, cosa sta facendo la società che gestisce l’impianto per attenuare l’effetto del rumore prodotto dalle proprie attività? Ha davvero adempiuto, in proposito, a tutti gli obblighi contenuti nella convenzione con il Comune di San Martino del Lago?”.
“Ci risulta infine – conclude la lettera del comitato – che alcuni cittadini abbiano scritto da tempo, per lamentarsi di questa situazione, ai sindaci di San Martino del Lago e di Cingia dè Botti, ma, per ora pare, senza alcun riscontro. Ci permettiamo di sollecitare la dovuta risposta a questi cittadini ed al sindaco di San Martino del Lago di dare conto, comunque e pubblicamente, circa la prevista ed obbligatoria attività di controllo sull’impianto medesimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luca

    Il motore non fa’ rumore….ma musica

  • Deep throath

    Silenzio…guai che i morti dormienti cremonesi si possano svegliare!

  • topastrofly

    Si ecco che non osi…
    quelli che si occupano di ciclabili, natura, pecore, circuiti, ponti, fiumi, biomasse,oasi, pace, gay, extracomunitari, comunitari, paesani, cittadini, integrazione, cassa integrazione, vita di campagna, nonna quercia, nonno nanni, tibre, tigre il puma, i circhi la corsa dei somari gli yanomani l’amazzonia l’inquinamento i pannelli solari ….
    membri di comitati spontanei , spintanei forzati del giusto e dei deboli nonché detentori del diritto divino di difendere tutto e tutti dal mondo cattivo.. ma che rimangono a politici e a partitici ( loro dicono) e umili….

  • Francesco

    Come sempre c’è troppo rumore in questa provincia dormitorio.