Commenta

'Città della canzone', cinque giorni di workshop per cantautori e band

giorgiocanali-evid

Nella foto, l’ospite del seminario, Giorgio Canali

Sabato 16 Novembre si terrà presso il Teatro Monteverdi il concerto di chiusura de La Città della Canzone, laboratorio sulla canzone d’autore che si svolgerà a Cremona da lunedì 11 a venerdì 15 novembre. Sul palco si esibirà, come ospite speciale della serata, Giorgio Canali (chitarrista dei CCCP, CSI, PGR) con il suo nuovo progetto acustico Giorgio Canali & Rossotiepido. Il concerto inizierà alle 20.30 e verrà aperto dai giovani cantautori selezionati per lavorare insieme ai relatori durante le cinque giornate di workshop. L’ingresso è gratuito e i posti sono limitati, disponibili fino ad esaurimento. L’evento è organizzato dall’Associazione degli studenti di Musicologia e Beni Culturali e patrocinato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Cremona (bando Think Town), dalla fondazione Walter Stauffer e dal Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali (Università di Pavia).

La Città della Canzone è un workshop poetico e musicale rivolto a giovani cantautori e band, con incontri quotidiani di lavoro collettivo durante i quali tutti i cantautori, gli ospiti esperti, ed il pubblico, si confronteranno e condivideranno le proprie esperienze. Dopo aver lavorato alla creazione di una canzone ex novo, affrontando di volta in volta problemi relativi al testo poetico, alla musica, all’arrangiamento e al sound, i giovani cantautori avranno l’opportunità di aprire il concerto di Giorgio Canali & Rossotiepido e di presentare, oltre alle proprie canzoni, i brani realizzati durante le giornate di workshop. In seguito alla chiusura del bando di selezione sono stati scelti Lorenzo Cetrangolo, Valentina Guidugli, Francesco Moscardi e Chiara Figus. Gli ospiti con cui collaboreranno sono Lello Voce, poeta; Frank Nemola, arrangiatore; Stefano La Via, docente di Storia della canzone d’autore presso il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali; Alessandro Bratus, studioso di popular music. La partecipazione ai laboratori – che si svolgeranno nei pomeriggi presso le aule del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali, la sede del Complesso bandistico “Città di Cremona” e il Teatro Monteverdi – è gratuita e aperta a tutti; la mattina del primo giorno ci sarà la presentazione e l’inaugurazione del progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti