7 Commenti

Strade, telecamere e zumba, richieste del quartiere Po

viale-po

Dalla sistemazione delle strade all’illuminazione. Dalla bacheca di quartiere alle attività sportive. Queste le richieste dei residenti del quartiere Po alla Giunta Perri, in occasione dell’assemblea del comitato (in serata al Cristo Re). All’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli, il quartiere chiede asfaltatura, riqualificazione marciapiedi, illuminazione e potatura piante in via Mincio, Oglio, Lago Gerundo, Vittori, Mella, Navaroli. In piazza Cazzani i residenti vorrebbero un’isola in mezzo alle due corsie per proteggere i pedoni sulle strisce, al parco Sartori giochi ripristinati, davanti alle Piscine il rifacimento del manto stradale.
Una bacheca/spazio espositivo per le iniziative del comitato lungo viale Po e un aiuto nel reperimento di informazioni per un Centro prelievi nel quartiere, invece, le richieste all’assessore alle Periferie Claudio De Micheli. Ricca la sezione dedicata alla sicurezza e alla quiete pubblica: più controlli al parco Sartori e lungo via Vittori, all’altezza del bar Dragone e tre telecamere (parco Sartori, piazza Cazzani e Via Oglio/viale Po). Anche l’aspetto sociale ed educativo all’attenzione dei residenti. Iniziative aggreganti per anziani, manutenzione alle case Aler di via Ciria, camminate aperte in tutti i parchi del quartiere, corsi gratuiti di yoga, zumba e ginnastica dolce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • mary

    Come se le volessero solo loro quelle cose. Gli altri quartieri cosa sono? Figli della gallina nera e loro quelli della bianca?

  • g

    eh beh lo zumba e la ginnastica dolce effettivamente sono cose indispensabili….!
    con tutti i problemi che ci sono pensano a ste cose…???

    • Agamennone Doroteo

      Un comitato di quartiere che propone cose di questo tipo è un imbarazzante buco nell’acqua: bacheca, zumba, asfaltatura/potatura strade, videocamere di sorveglianza, giochi per bambini nel parco… tutto qui?
      Io ci abito nel quartiere e siccome conosco altre zone della città credo che sia quasi un insulto al buon senso. Altrove ci sono problemi ben più gravi e in questa fase di crisi forse sarebbe meglio fare il fatidico ‘passo indietro’ e lasciare che si investano risorse dove servono veramente!
      Ma mi facci il piacere!

      • Diretur

        Abitando nel quartiere chiedo:
        – asfaltatura strade disastrate (Oglio, Mincio);
        – attraversamento e illuminazione davanti a Cristo Re;
        – sicurezza
        – senso unico in via Oglio visto che la gente non capisce che nn può parcheggiare come vuole.
        Il resto sono facezie.. zumba.. bacheca..
        Poi vorrei anche vicini più urbani (sono italianissimi) ma nn me li può assegnare il Comune.

  • io voglio anche la lap dance!!!!
    grazie comitato

  • giorgino carnevali

    IN QUELLA CAVA DEI SIGNORI TIGOZZI.
    (…contrapposizione esasperata al quartiere Po).

    Le richieste…sicuro che “certe” richieste sono condivise dalla gente del quartiere dopo democratico confronto? Per “quindi”…non che vi invidi, tutt’altro, non che ci tenga particolarmente a partecipare, non che apprezzi la bestialità di certe richieste, soprattutto quella brutta figura che state facendo fare al “buon senso” (la comunità intera); ma possibile che una mano tesa nessuno mai ve l’abbia allungata in quel vostro deserto privo di lucidità?
    Venite, giungete, una capatina…volentieri…fatela più spesso in quella Cava dei signori Tigozzi (volgarmente chiamata Cavatigozzi). Assaporate, degustate, inebriatevi. Terra grassa e sfrontata e incheta…quella! Cosa darei (qualsiasi cosa darei) per essere stupido, un istante, almeno, come un bambino. E godere appieno di questa mia stupidità. Come ci si deve sentire …come vi sentite “voi”? Già, poi mi sovviene: ma voi, voi, anche voi…la Tamoil! Come deve essere bello, un ricordo d’infanzia! E come si vive male allorquando….! Guardate “però” quando vi parlo.

  • Lorella Galanti

    Quartiere “Murato e Castellato”