Commenta

Cento seggi, 450 volontari: cremonesi scelgono tra Renzi, Cuperlo e Civati

pd-evid

Cento seggi. 450 volontari. La macchina organizzativa del Pd provinciale è pronta per le primarie dell’8 dicembre che eleggeranno il segretario nazionale del partito tra Matteo Renzi, Gianni Cuperlo e Giuseppe Civati. Un appuntamento presentato alla sede del Pd locale di via Ippocastani da Matteo Piloni, neo-segretario provinciale, da Franco Verdi, presidente Assemblea provinciale, e da tre rappresentanti delle diverse liste (Luca Burgazzi per Renzi, Roberto Galletti per Cuperlo e Daniele Di Rubbio per Civati). “L’aspetto fondamentale di queste primarie – ha spiegato Piloni – è il lavoro fatto insieme per portare più persone possibili al voto. I cento seggi in provincia dimostrano la voglia di far partecipare moltissima gente e la capacità organizzativa del partito”. Tredici i seggi in città, aperti dalle 8 alle 20. Cento quelli in provincia, cinque in meno delle scorse primarie che erano, però, primarie di coalizione e vedevano candidati Bersani, Renzi, Vendola, Tabacci e Puppato (15mila erano stati gli elettori in provincia).
L’8 dicembre può votare chiunque. Non c’è bisogno di essere iscritti al Pd. Si deve sottoscrivere, però, l’albo degli elettori, avere almeno 16 anni e versare 2 euro di contributo. “Sappiamo che questo è un limite – ha detto Piloni – e siamo consapevoli di chiedere un grosso sacrificio, ma i soldi servono per coprire l’organizzazione di questo grande appuntamento di democrazia”. Chi non può votare nel comune di appartenenza e vuole comunque partecipare alla consultazione del Pd deve comunicarlo sul sito nazionale entro il 6 dicembre.
“L’anno scorso – ha proseguito il segretario provinciale – abbiamo fatto quattro primarie, dopo le quali le aspettative sono state disattese. Ora, dare la possibilità di scegliere il segretario è un modo per distinguersi dal marasma, una forma per dire che il Pd è l’unica possibilità di uscita per questo paese”. Un occhio anche alle primarie più locali, quelle che nomineranno il candidato sindaco della coalizione del centrosinistra alle prossime amministrative. “Chiudiamo il 2013 – ha concluso Piloni –  e apriamo il 2014 con le primarie. Un bel segnale per il paese e la città. A febbraio per la prima volta, infatti, a Cremona si potrà votare per scegliere l’alternativa a questa amministrazione comunale assolutamente fallimentare”.

I seggi in città

se alle elezioni politiche voti per le primarie voti
QUI QUI
1-2-3-13 Capra Plasio saletta palazzo cittanova corso Garibaldi
4-5-24-25-29 Bissolati ingresso istituto Einaudi via Bissolati 96
6-7-8-9 26-27-28 Trento Trieste Vacchelli sala CFP IAL (fronte Italmark) via Dante 121
10 15-46-47 38-40-41-42-48-57 A.Ponzone A.Ponzone Mazzolari saletta civico 29 (fianco Unipol) via Mantova 29
12-51-52 53-54 Realdo Colombo Aporti centro Anziani via XI Febbraio 56
16-17-18-19-21 14-20-22-23 Monteverdi atrio ingresso scuola Monteverdi via Ticino
11-36-37-39-43-72 Stradivari palazzo Duemilia via Brescia 94
45-73 Maristella palazzo Duemilia via Brescia 94
30-31-35 S.Ambrogio circolo Signorini via Castelleone 7
64 Bagnara atrio ingresso Scuole Elementari Bonemerse
32-33-34 Itis sede PD via Nuvolone 2
49-50-55-56 58-59 60-61-63 64-74 A.Frank Cascinetto B.M.Visconti S.Felice centro civico Cascinetto via Maffi 2/a
65-66 67 Boschetto Migliaro centro civico Boschetto via Bianchi 2
70-71 Cavatigozzi sala civica via Abbadia 26

I seggi in provincia

Liste cremonesi per l’Assemblea Nazionale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti