4 Commenti

Morosità utenze, Pd: 'Comune concordi con Aem moratoria distacchi'

contatori-evid

La questione dei distacchi delle utenze torna a tenere banco sulla scena politica cremonese. E’ di poche ore fa l’ordine del giorno presentato in Comune dal gruppo consiliare del Partito Democratico. “L’inverno  del 2014 registra evidentemente  ancora emergenza sul fronte distacchi utenze per casi di  persone e famiglia in difficoltà” sottolineano Maura Ruggeri, capogruppo, e la consigliera Caterina Ruggeri. “Il problema dei costi del teleriscaldamento per gli inquilini Erp (Edilizia residenziale pubblica) non ha trovato risposte chiare e le misure messe in campo per far fronte ai distacchi delle utenze  sono insufficienti a contrastare il fenomeno in crescita per l’aumento delle situazioni di povertà. Non bastano l’appello a segnalare i casi ed il monitoraggio che i servizi sociali dicono di effettuare”. Per questo motivo il Pd chiede  all’assessore Luigi Amore “di  concordare con Aem  una  effettiva moratoria degli stacchi per  i mesi invernali. Rilanciamo inoltre la proposta, già condivisa in Consiglio Comunale, ma non attivata  ad oggi, della  costituzione di un fondo di solidarietà  ad hoc, aggiuntivo alle risorse stanziate per l’assistenza, che veda la   collaborazione delle  società partecipate, dei  soggetti privati e del terzo settore disponibili e la cui gestione  veda  l’apporto ed il  controllo di tutti i soggetti interessati”.

IL TESTO DELL’ODG

Premesso che il diffondersi delle situazioni di povertà, dovute alla crisi che il nostro paese sta attraversando, rendono sempre più difficile per tante famiglie far fronte con regolarità al pagamento delle utenze per l’erogazione di servizi primari come luce acqua gas.
Considerate le note  difficoltà a far fronte ai costi del teleriscaldamento da parte degli inquilini degli alloggi Erp.
Vista  la sentenza emessa dal tribunale di Cremona che considera il comune di Cremona co-debitore solidale della famiglia nel caso di morosità per le bollette del teleriscaldamento.
Rilevato che gli accordi tra Comune ed Aem Gestioni relativi al monitoraggio delle  morosità per motivi sociali non sono palesemente  sufficienti  a garantire il controllo della situazione ed ad  prevenire il distacco delle utenze che  riguarda  adulti, ma  anche famiglie con minori
Nel gennaio 2014 si  è ripresentata, aggravata, la stessa situazione di emergenza dovuta agli stacchi  registrata nell’inverno 2013  e che le misure ad oggi adottate non risultano  essere  all’altezza della gravità della situazione.

Tutto ciò premesso, il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta
– ad attivarsi con urgenza con le aziende interessate per ottenere una effettiva  moratoria degli stacchi delle utenze per i mesi invernali;
– ad impegnarsi per il ripristino delle utenze  riguardo agli stacchi già effettuati per i casi di cui i servizi sociali vengono a conoscenza;
– a costituire un fondo di solidarietà  ad hoc, aggiuntivo alle risorse stanziate per l’assistenza, che veda la collaborazione delle società partecipate, dei soggetti privati e del terzo settore disponibili e la cui gestione veda  l’apporto ed il  controllo di tutti i soggetti interessati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giuseppina

    le solite richieste che non portano a nulla, aem è disumana pensa solo ai profitti non accetterà mai una moratoria. PD smettila di fare proposte elettorali del c…..

    • Anna

      E’ iniziata la campagna elettorale, dove era il PD in questi anni???????!!!!!!!!!!!!!!!

      • giuseppina

        Anna concordo al 100%, è la solita manfrina di coloro che per anni se ne sono sbattuti i c…….. e adesso alla vigilia delle lezioni risorgono e tentano di rifarsi una verginità da tempo perduta mi fanno letteralmente vomitare, ma purtroppo ci sono molti c…….. che li voteranno .

  • Ck238-89

    Imparare l’educazione farebbe bene, è un bene comune, gratuito ma ignorato.