19 Commenti

Candidatura Galimberti: ‘Puntiamo su giovani, lavoro e una comunità unita’ Pd: 'Una buona notizia per la città'

galimberti-evid

AGGIORNAMENTO – Il 23 febbraio è la data quasi certa per lo svolgimento delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco. La segreteria del Pd sta lavorando in queste ore per la stesura del regolamento. L’unico candidato certo al momento è Gianluca Galimberti che mercoledì mattina si è presentato per la prima volta in pubblico, dopo mesi di tam tam sulla sua possibile candidatura, in un’affollata saletta Mercanti. In sala, ad essistere alla presentazione, erano presenti numerosi volti noti, tra cui Mauro Platè con la sua famiglia e Gigi Cappellini (Acli), Alessio Antonioli (Centro d’ascolto Caritas); del Pd c’erano, tra gli altri, Maura Ruggeri, Caterina Ruggeri, Luca Burgazzi. Ma non mancavano neppure alcuni esponenti di altri partiti della sinistra. Anche il vice sindaco Roberto Nolli si è fatto vedere in sala.

Galimberti ha spiegato il percorso che lo ha portato a decidere di candidarsi, dopo molti tentennamenti in passato. “Quando mi chiedevano della mia candidatura rispondevo che si trattava di un percorso che si stava portando avanti e che non c’era nulla di definito: questa è la verità. Ho deciso di candidarmi perché credo nella ricerca, nell’innovazione, nell’importanza del lavoro di squadra e di creare una città che sia sempre più internazionale: questi sono gli ingredienti per un buon governo della città, ed è questa esperienza che voglio mettere in gioco”.

Il suo progetto elettorale, “Fare nuova la città” – che sarà il nome della Lista civica con cui si presenta Galimberti – si  dichiara aperto ai contributi dei cittadini e per ora consiste in una enunciazione di principi, battendo sulle tematiche del lavoro, della salvaguardia del territorio e delle relazioni, della ricerca, della cultura  e dell’alta formazione come strumenti per la crescita. “La sicurezza si radica in una città coesa e viva e si affronta coordinando le forze”, ha dichiarato a proposito di uno dei temi all’ordine del giorno in città, in un periodo di forte escalation di fatti di criminalità. Galimberti ha inoltre dichiarato di  voler sostenere le primarie “in un tempo opportuno per una coalizione che parli a tutta la città”.

Sono quattro i grandi punti su cui Galimberti e il suo gruppo vogliono lavorare, in primis il lavoro, soprattutto per i giovani, “sempre meno numerosi in una città che progressivamente invecchia” sottolinea il candidato. “C’è la questione culturale: la nuova Cremona deve essere culturalmente aperta al territorio, deve essere leader di questo territorio e capace di parlare con i comuni vicini, compresi quelli che si trovano al di là del Po.  Dobbiamo inoltre ricostruire una comunità unita, che sappia intrecciare relazioni, ma anche riscoprire le nostre radici, di terra e di fiume”.

A proposito della sua squadra il candidato ha sottolineato la sua massima apertura ad altri gruppi, politici e non. “Auspico che si riesca a mettere insieme una coalizione con altre forze politiche, che si uniscano alla mia lista civica in questo percorso da portare avanti per la città. Servono processi di partecipazione che partano dal territorio e dai quartieri: dove vengono raccontate logiche di partecipazione tutta la città ne trae giovamento”.
“Dobbiamo imparare dal nostro fiume, con la sua grande energia, con la sua ricchezza di flora e fauna ma anche con una ben precisa direzione di marcia” ha concluso Galimberti.

IL COMMENTO DEL PD

A seguito della conferenza stampa di Galimberti è giunta una nota dei Matteo Piloni, segretario del Partito Democratico di Cremona, che ha plaudito la decisione del neo-candidato, sottolineando che “La disponibilità di  Gianluca Galimberti a partecipare  alle primarie del  centro sinistra  è una buona notizia per Cremona – ha detto -. Questo significa che il percorso che il PD,  insieme alle forze politiche e civiche disponibili a formare una coalizione alternativa al centro destra, ha in poco tempo attivato, è riuscito a stimolare la partecipazione e l’attenzione. Ora mi auguro che possa  trovare conferma  la disponibilità, da parte  di altri  candidati della coalizione, a partecipare alle primarie.
Questo consentirà ai cittadini cremonesi  di scegliere, per la prima volta, il candidato sindaco del centrosinistra.
Alla base della scelta delle primarie, come  partito democratico, poniamo in ogni caso  un tema fondamentale:  la  condivisione di un progetto amministrativo all’altezza delle aspettative ,in grado di affrontare le difficili sfide che ci aspettano, ma soprattutto in grado di dare risposta ai tanti problemi sul tavolo. Cremona ha bisogno di tornare a respirare, e quanto sta avvenendo va in questa direzione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Onestamente dove sta la differenza con l’attuale amministrazione ,se scopiazzate tanto vale!

    • germana

      la differenza sta nel COME fare e con quali PERSONE….ovvio che i problemi non si inventano e non cambiano a seconda dell’amministrazione, ma può cambiare il modo per affrontarli, possono cambiare le priorità, può cambiare l’efficacia degli interventi con l’approccio globale al posto della navigazione a vista….

      • Flavio

        Mi potrebbe chiarire il significato di approccio globale ?
        La ringrazio per la squisita cortesia.

  • germana

    intendo visione, e di conseguenza, progetto d’insieme di medio periodo, in contrapposizione a quella che definisco, per semplicità, navigazione a vista ossia una politica di risposte reattive alla rinfusa …. naturalmente le ho spiegato come ho inteso io quell’espressione.

    • Le politiche di sviluppo e di incentivo alla occupazione gli spazi territoriali il benessere dei cittadini si fanno con i soldi!
      Visto i vari patti di stabilità fiscal compact e vincoli di bilancio sono tutte cose belle ma irrealizzabili !

    • sandra

      Ti piace Mina , vero ? Parole, parole, parole….

  • germana

    tutti si esprimono a parole….in democrazia ognuno può scegliere le parole che condivide

    • sandra

      A ciascuno la weltanshauung che si merita. Eccovi serviti. Volevate sapere cos’è questa ” visione globale ” un po’ anni ‘ 80 ? Che sovrasta dalla sua inespugnabile torre d ‘avorio la misera umanità alle prese con i fatti ? Le parole, parole , parole…un fiume in piena di parole che vi sommergera’ tutti fino a farvi rimanere senza fiato , destri ignoranti , dannati e incapaci. Solo ” la visione globale ” applicata al patto di stabilità sarà la vostra salvifica via d’ uscita dal destro torpore. Parole , non fatti. Perché ? Perché siamo in democrazia , no ?

      • mverani

        @Sandra. La Weltanschauung che voglio e’ quella della progettualita’ condivisa e di ampio respiro. La Weltanschauung che NON voglio e’ quella di un uomo solo al comando, quella che progetta la citta’ di oggi pomeriggio che domani si e’ gia’ dissolta. E Lei, quale Weltanschauung si merita? Con cordialita’.

  • bungatore

    E COMINCIARE a parlare di politica…….NO….!!??

    solo un esempio: gestione delle partecipate..!!

    Non sarebbe il caso di rivedere il tutto ed azzerare quasi un decennio di gestioni , forse , a senso unico e personalizzate…………….??

    Il vero potere sta proprio lì….. cari signori……!!

    • sandra

      Questo è acume.. questa è vera politica….fatti , non parole!!!
      Ops…parliamone….! Ah Ah Ah
      Grazie di esistere Bungatore.Sei unico e inimitabile ! A proposito , ti hanno preso a Zelig ?

      • bungatore

        cara sandra……………….mi sei mancata……..ben trovata………NON sono candidato a nulla…….e NON presto il nick a nessuno………..!!!
        ciao

    • mverani

      @bungatore. Il Programma di Galimberti si trova al sito: http://gianlucagalimberti.it/progetto/.

      Ascoltando la conferenza stampa: tra dieci giorni i diversi temi verranno dettagliati sul sito.

      In particolare la questione partecipate verra’ affrontata in: http://gianlucagalimberti.it/cremona-amministrazione-efficiente/

      Credo che ogni suo commento costruttivo sara’ ben accetto. Con cordialita’.

      • bungatore

        grazie della segnalazione…… vale per tutti….ma non per chi NON pratica il web…….!!
        grillo e.c. stanno già facendo l’errore……e prima o poi pagheranno…( sardegna docet )……..NON fatelo anche VVSS.
        Io seguirò passo passo…comunque……!!
        Fin’ora con le partecipate hanno prevalso le inciuciate ed il sottobosco della politica più becera……..ma trionfante……!!

        • mverani

          @bungatore: grazie per risposta. Concordo: chi non pratica il web rischia di essere tagliato fuori. Infatti una serie di incontri (fisici e non virtuali) accompagneranno ed arrichiranno il dibattito ed il confronto (calendario eventi a: http://gianlucagalimberti.it/eventi/). Buona giornata.

          • bungatore

            dovere………ma chi rischia di essere tagliato…..sono i frequentatori abituali e compulsivi del web……lo sanno bene gli inciuciatori di professione …..che con “staus quo ante” hanno fatto la loro fortuna politica inciuciante e poltronifera………..!!!
            cordialità……..!!

  • kunta

    bla bla bla

  • CREMONESE DOC

    Il caro Galimberti, potrebbe essere chiaro? Visto che vuol fare le primarie, e’ un candidato del PD? E se dovesse perderle che fa? E se anche una parte del centrodestra vorrebbe appoggiarlo che fa?
    Visto il suo teorico distacco dalla politica, potrebbe anticipare i nomi dei vari assessori? Solo così riusciremo a scoprire se Gianluca è libero o incatenato dalla politica, altrimenti come sempre, avremo un misturotto di assessori incompetenti messi li solo per scelte politiche!
    Visto che c’è chi segue il web per il candidato, sarebbe gradita risposta, grazie

    • germana

      non vorrebbe… ma se volesse …..