Cronaca
Commenta4

A tre anni dalla chiusura, le insegne del cinema Tognazzi restano spente L'anno prossimo il 25° della morte di Ugo: nulla è in programma

Il prossimo 31 marzo saranno tre anni dalla chiusura del cinema Tognazzi di via Verdi. Le  due sale Tognazzi erano state aperte nell’ottobre del 1993 con una grande festa, dopo che il vecchio cinema Roxy per  vent’anni era stato chiuso e in disarmo. Mercoledì 31 marzo 2011 le ultime proiezioni: in sala 1 il ‘Discorso del Re’, in sala 2 ‘Amici, amanti e…’. Poi si sono spente le luci. Che purtroppo continuano a restare spente. Pare comunque ristagnare anche l’ipotesi del garage a quattro piani con un unico ingresso da via Verdi. Il progetto è compatibile con il Piano Regolatore sia come garage sia come trasformazione in multisala, passando da due a a quattro sale (una vaga opzione2). La società proprietaria (la Roxy srl) ha optato per il garage a quattro piani dove per recuperare spazio, poiché è impossibile aumentare la volumetria dell’ex cinema ospitato nel cortile del condominio, si toglierà la struttura obbliqua della copertura, portandola allo stesso livello e recuperando così spazio per i quattro piani (due interrati). Il condominio dell’ex palazzo dell’Inps si è già informalmente opposto al progetto. Sempre nel nome del grande Ugo a Cremona vi è il parco dove ha sede l’Arena Giardino ma anche in questo caso il verde è trascurato, in giro c’è sporicizia e cartacce. Insomma Cremona non pare proprio riocordare il suo illustre cittadino di cui il prossimo anno ricorrerà il venticinquesimo della morte. Già il 2015 è vicino e nessuno in amministrazione comunale ha messo in cantiere alcunché per ricordare il grande Ugo. Rientrerà in qualche programma elettorale?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti