Commenta

Sit in dei Radicali sabato a Brescia per l'Anno Giudiziario

carcere

Sergio Ravelli

Dirigenti e militanti radicali presenzieranno all’inaugurazione dell’Anno Giudiziario che si terrà sabato 25 gennaio presso la corte d’appello di Brescia (ex sede di via San Martino della Battaglia 18). Lo faranno sia partecipando alla cerimonia ufficiale con l’intervento di Sergio Ravelli, presidente dell’Associazione radicale Piero Welby, sia fuori, con un sit-in in cui esporranno uno striscione di 8 metri con la scritta “Amnistia per la Repubblica”.
L’obiettivo della campagna è appunto quello dell’”Amnistia per la Repubblica” per la “fuoriuscita del nostro Stato dalla condizione indiscutibile e indiscussa di flagranza criminale per la sua reiterata, ultradecennale violazione di diritti umani fondamentali sanciti dalla Costituzione italiana e tutelati dalla Convenzione Europea sui diritti umani relativi al divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti e all’irragionevole durata dei processi”. I Radicali ricordano che “mancano poco più di 120 giorni all’ultimatum imposto all’Italia dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo affinché siano rimosse le cause strutturali che generano i ‘trattamenti inumani e degradanti’ nelle nostre carceri, e il Parlamento non ha ancora discusso il messaggio che l’8 ottobre 2013 il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato alle Camere”.
Manifestazioni e interventi analoghi si terranno anche presso le corti d’appello di Torino, Milano, Trieste, Venezia, Bologna, Genova, Firenze, Perugia, Roma, L’Aquila, Napoli, Salerno, Bari, Lecce, Potenza, Reggio Calabria, Catania, Palermo e Cagliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti