Commenta

Democratici all'attacco del centrodestra 'Si aggrappano a Perri ma affonderanno Noi invece facciamo le primarie' Sulla stessa linea anche Sel

perrievid

Nella foto, Perri

AGGIORNAMENTO – Attacco frontale del Partito democratico al centrodestra e a Oreste Perri dopo la notizia della ricandidatura dell’attuale primo cittadino. “Tutti sulla barca di Perri altrimenti si cola a picco – scrive al segreteria cittadina del Pd in una nota tagliente diffusa nel primo pomeriggio di giovedì – Questo il timore neanche troppo nascosto che ha agitato il centrodestra nei giorni dell’incertezza sulla volontà di ricandidarsi da parte del sindaco uscente”. “Mentre il centrodestra pensa di  salvarsi saltando sulla barca di Perri, noi con le primarie facciamo scegliere ai cittadini il loro nuovo candidato sindaco”, sottolineano i democratici.

Una “compagine variegata senza progetto comune”, che “si è  trascinata in questi anni tra spaccature e ricomposizioni”. Questo il giudizio del Pd sugli avversari, che in queste ore si stanno ricompattando attorno a Perri ma che, secondo la segreteria cremonese dei democratici, “nei fatti” hanno mostrato “tutta la propria inconsistenza politica” e sono rimasti “appesi al filo di una ricandidatura che si era fatta attendere troppo a lungo”.

Segue un breve elenco delle mancanze della Giunta Perri. “Prendiamo atto, senza particolare sorpresa, della decisione di Perri di sciogliere la riserva e di ricandidarsi allo scopo di dare continuità ad una amministrazione che ha già ampiamente dimostrato di non essere all’altezza della situazione – si legge nel testo diramato dal Pd -. Se escludiamo gli interventi esterni, cosa resta dell’amministrazione uscente? Quali scelte ricorderanno i cittadini? Ricorderanno l’aumento costante delle tasse e delle tariffe, le promesse elettorali mancate, tutte le opportunità non colte, il nodo dei trasporti ferroviari irrisolto, l’assenza di politiche efficaci per un comparto strategico per la città, come quello del commercio, la riforma della macchina comunale rinviata”.

“Non ci hanno appassionato nei giorni scorsi i contorcimenti del centrodestra, mentre ci appassiona invece e, molto, il futuro della città che ha estremo bisogno di cambiamento, di aria nuova, di un nuovo progetto e di un nuovo sindaco – concludono i democratici -. Per quanto ci riguarda, passiamo in modo ancor più convinto la parola ai cittadini che, per la prima volta, avranno l ‘opportunità  di scegliere il loro nuovo candidato sindaco, attraverso le primarie del 23 febbraio”.

ATTACCA ANCHE SEL: “CENTROSINISTRA NON SCEGLIE CANDIDATO NELLE STANZE SEGRETE”

Sulla stessa linea anche Sinistra, ecologia e libertà. “Apprendiamo – dichiara il coordinatore provinciale Gabriele Piazzoni – che il Sindaco Perri dopo un tira e molla di diversi mesi e vista la disperazione del centrodestra cremonese, incapace di selezionare nuove figure di rinnovamento, ha deciso di ripresentarsi come candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative. Siamo convinti che Cremona abbia bisogno di altro, che non una continuazione per altri cinque anni della moribonda amministrazione Perri, che è stata incapace negli ultimi cinque anni di ridare alla città di Cremona un chiaro indirizzo di sviluppo economico e sociale, condannandola a un periodo di stagnazione della quale speriamo si intraveda la fine con le prossime elezioni”.

“Il centrosinistra – prosegue Piazzoni – ha scelto di selezionare il proprio candidato sindaco attraverso le primarie, mettendo in campo una proposta politica che faccia della discontinuità con l’amministrazione Perri la propria stella polare. A Perri contrapporremo un candidato scelto attraverso un percorso democratico partecipato e non nelle segrete stanze come ha fatto il centrodestra, per dare finalmente una nuova vitalità alla città di Cremona interpretando quella richiesta di profodo cambiamento che è ormai chiesta da pressoché tutti i cittadini di Cremona e da tutte le associazioni e organizzazioni di categoria che non vogliono assistere per altri cinque anni alla lenta agonia della città”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti