Commenta

Hip hop e contaminazioni al Ponchielli

dacru-evid

La DaCru Dance Company, in scena al Teatro Ponchielli sabato 22 febbraio (ore 20.30) dà vita ad un singolare percorso di hip hop theatre che spazia ovunque possa giungere la contaminazione dell’hip hop, fondendone il gesto tecnico con quello dell’house, della danza contemporanea, del jazz rock e del breaking più innovativo.

Il progetto DaCru nasce nel 1996 dall’unione artistica dei due danzatori e coreografi più rappresentativi del panorama della danza urbana italiana, Marisa Ragazzo e Omid Ighani. É la prima formazione italiana a danzare negli spazi performativi black delle capitali europee in tournée nel ’98 e nel ’99. Da qui inizia la spinta verso la sperimentazione della danza urbana mescolata al concetto del teatro come spazio fisico, decisamente estraneo alla street culture. In questa zona di confine, i coreografi danno vita ad un percorso innovativo di hip hop theatre spaziando ovunque possa giungere la contaminazione, fondendone il gesto tecnico con quello dell’house, della danza contemporanea, del jazz rock e del breaking più innovativo. La compagnia ha debuttato al Teatro Greco di Roma nel 1999 e prosegue negli anni successivi danzando anche su palcoscenici importanti come Roma, Milano, Verona, Spoleto, Bergamo, Modena, Firenze, Napoli, Bari, Catania, Palermo, Benevento, Mazzara del Vallo, Wu-Tang Clan Zoolunation Day, Biella, Cagliari, Riccione. Nel 2008 l’ hip hop theatre dei DaCru approda sul palcoscenico del Malibran-Fenice di Venezia, con il debutto di “Le Roi”, tributo alla lucente e breve vita di J.M.Basquiat.

 

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372.022001/02) – info@teatroponchielli.it –www.teatroponchielli.it biglietti: posto unico numerato € 21,00

Sabato 22 febbraio, ore 20.30 – DaCru Dance Company in “Kaze Mononoke”.  Coreografie: Marisa Ragazzo e Omid Ighani; musiche I Monster, Bon Iver, Boards Of Canada, Steve Reich, Burial, Apparat, Radiohead, René Aubry, Unkle, Ólöf Arnalds. Editing musicale Omid Ighani. Visual artist Samar Khorwash. Disegno luci Marisa Ragazzo, Gabriele Termine. Interpreti: Samar Khorwash, Paolo Ricotta, Serena Stefani, Claudia Taloni, Afshin Varjavandi, Tiziano Vecchi. Ideazione e regia Marisa Ragazzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti