4 Commenti

Debutto dei 'tru box'; in tangenziale effetto-dissuasione già apprezzabile

speedcheck-evid

Primi effetti sulla moderazione della velocità automobilistica, dalla posa degli speed check in alcuni punti nevralgici del traffico cittadino. I contenitori arancioni che ospiteranno il telelaser per il controllo della velocità sono stati installati martedì sulla tangenziale in via Zaist, a Cavatigozzi via Milano, in via Brescia in prossimità del distributore Agip e in via Bergamo al Migliaro. Già mercoledì mattina si può misurare un primo effetto-dissuasione sugli automobilisti, visibilmente rallentati nel punto di immissione sulla tangenziale dal rondò di via Mantova. Questo d’altra parte è lo scopo primario dei box arancioni, termine tecnico esatto “tru box”, che Cremona si accinge a sperimentare come hanno fatto già altre città italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • G_falloni

    Immagino chela tru stia per truffa

  • nbc

    crea più situazione di pericolo la frenata brusca di chi se li vede dietro una mezza curva su una tangenziale con immissioni che richiedono una certa scorrevolezza o le velocità che superano pericolosamente di 10 kilometri orari il limite di cinquanta.
    Le modifiche alla rotatoria hanno indubbiamente reso più fluida la circolazione in via Zaist, non vorrei che il marchingenio diventi causa di sinistri più che evitarli.

  • Omar Lazzaretti

    Fanno d tutto per aumentare le entrate nel comune

  • Andrea Rastelli

    Ma pensa, invece, che assurdita’ se gli automobilisti rispettassero i limiti di velocita’. Non avrebbero neanche bisogno di “inchiodare” davanti ai telelaser… Ma no! Qui siamo in Italia, mica in Svizzera dove i telelaser sono ben nascosti e quando ti beccano oltre i limiti, oltre alla multa ti distruggono anche l’automobile!!!