Commenta

Nonsolonoi e Libera contro le mafie, il 28 marzo cena benefica

nonsolonoi

Un nuovo accordo di collaborazione pluriennale è stato siglato tra la cooperativa sociale per il commercio equo e solidale Nonsolonoi e il Coordinamento provinciale di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Lo scopo è mettere in campo un lavoro congiunto di informazione e sensibilizzazione del territorio circa le rispettive finalità ed iniziative.
“In quanto soci di Libera, siamo sensibili e attivi sul fronte della promozione di legalità e giustizia: le nostre botteghe di Cremona, Casalmaggiore e Viadana – spiega Francesca Bignelli, Presidente di Nonsolonoi – svolgono da anni il ruolo di punto di vendita dei prodotti di Libera Terra, un progetto nato per recuperare i beni confiscati alle mafie che valorizza produzioni di alta qualità ottenute con metodi rispettosi dell’ambiente e della dignità della persona, valori in cui la nostra cooperativa per il commercio equo e solidale si riconosce pienamente.”

Alla luce della rinnovata intesa, Nonsolonoi promuove una prima iniziativa all’insegna della solidarietà: il 28 marzo, infatti, chi gusterà il menu biologico proposto dalla Locanda Al Carrobbio contribuirà a raccogliere fondi per supportare il Coordinamento provinciale di Libera-Cremona. Nell’arco della serata saranno presentate brevemente le attività di Libera, come ad esempio i campi estivi di volontariato sui terreni confiscati: vere e proprie esperienze di formazione civile che consentono di approfondire il fenomeno mafioso grazie al confronto diretto con i familiari delle vittime di mafia, con le istituzioni e con gli operatori delle cooperative sociali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti