Commenta

A Roma la Vanoli illude, ma cede nel finale: 85-80

vanoli-evid

foto Sessa

ACEA ROMA-VANOLI CREMONA 85-80

Amara trasferta della Vanoli Cremona al PalaTiziano di Roma che l’ha vista battuta dall’Acea  85-80 . Rich e compagni (nonostante l’assenza del play titolare Woodside infortunato) sono usciti a testa alta dal difficile confronto  tanto che a 1’10 dalla sirena di chiusura erano a meno 4. Parte bene la Vanoli Cremona con in campo Marchetti dall’inizio in cabina di regia che con la sua rapidità mette in difficoltà i romani e la Vanoli si porta sul 12-4 al 5’ Dalmonte chiama time-out da chiare istruzioni ai suoi e Roma recupera in un minuto ed impatta 12 pari. Coach Pancotto preferisce immettere in campo un quintetto più pacato ed equilibrato ma l’Acea con un paio di triple si distacca di sette lunghezze al 10’ sul 26-19. I biancoblu con alcune azione veloci in un minuto rimettono a posto la situazione pareggiando al 12’. Goss da la carica ai suoi con importanti canestri dalla distanza; Roma tenta l’allungo ma finalmente si sblocca Rich imbeccato da Marchetti. Quest’ultimo  al 19’ si procura un antisportivo ma la Vanoli non ne approfitta totalmente ed all’intervallo il punteggio è 40-43 per Cremona.

Nella terza frazione il gioco è più rapido da ambo le parti. Si va al tiro veloce ed il punteggio rimane pressoché  in equilibrio sino al 28’ poi Kyle Johnson e Marchetti  infilano cinque  liberi che danno il più sette 59-66 e Bobby Jones (nullo da tre punti!) chiude al 30’ 61-66. L’Acea perde palloni e Cremona grazie alle sue guardie resta avanti 70-65 al 34’. Sotto le plance cattura i rimbalzi con Spralja che concretizza 67-72 al 35’. Baron è nella sua peggiore serata e non da il suo solito alto  supporto in punti ai suoi. A 3’30” dalla fine Roma effettua il sorpasso e subito dopo Mayo (neo acquisto da Montegranaro) con una tripla completa il parziale di Roma di 13 a 0.  La difesa aggressiva dei capitolini ha bloccato i tiratori di Cremona che non hanno più avuto la lucidità necessaria. Pancotto ha preferito lasciare Marchetti in panchina e affidarsi ad un quintetto più esperto . La compagine del presidente Vanoli  a otto giornate dalla fine è stata agganciata da Montegranaro a quota 14 ed ha solo 2 punti di vantaggio su Pesaro. Domenica al PalaRadi match contro Avellino in corsa per un posto play-off.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti