Commenta

Rifondazione e Sel Più facile andare uniti in Europa che in Comune

tsipras

Più facile andare d’accordo in Europa che in Comune. Militanti e simpatizzanti della sinistra cremonese, Sel, Rifondazione, ma anche esponenti dei movimenti a favore dei beni comuni e dell’associazionismo cattolico, hanno promosso a SpazioComune la nascita di un Comitato promotore territoriale per il sostegno alla candidatura di Alexis Tsipras. Se non ci sono dubbi sulla necessità di promuovere un’altra Europa (fine delle politiche di austerità finanziaria; ricostruzione economica centrata sulla creazione di posti di lavoro; sospensione del fiscal compact ecc), non sono ancora sciolti i nodi per capire se Rifondazione potrà costituire con Sel un’unica lista a sostegno di Gianluca Galimberti, il candidato civico sostenuto dal Pd. Lunedì sera il comitato politico allargato ai militanti di Rifondazione Comunista ha discusso a lungo, anche animatamente, senza giungere ad una conclusione. Uno dei punti problematici riguarda le aziende partecipate. Una larga fetta di Rifondazione vuole uscire dal percorso tracciato di Lgh e ritornare alla “vecchia Aem” che operi nell’esclusivo interesse del Comune. Sia il segretario di Sel provinciale Gabriele Piazzoni che quello di Rifondazione, Celestina Villa erano presenti per la costituzione del comitato pro-Tsipras, oltre alla candidata alle primarie per Sel Rosita Viola.

Ci vorranno quindi ancora un po’ di giorni per capire quale strada sceglierà la sinistra cremonese per le amministrative. In compenso partirà a spron battuto la campagna per raccogliere le firme necessarie a sostegno di Tsipras nella circoscrizione nord ovest di cui fa parte la Lombardia. Tra i candidati: Curzio Maltese, Loredana Lipperini, Moni Ovadia, Nicoletta Dosio, Domenico Finiguerra, Mauro Gallegati, Anita Giuriato,   Già pubblicata, sulla pagina facebook.com/cremonaltreuropa, la lista delle prime 70 adesioni cremonesi, una vasta rappresnetanza di ceti sociali, professioni, riferimenti religiosi. “Quelli che hanno deciso di merreci la faccia”, come ha spiegato Gigi Rosetti a Spaziocomune. Ecco i loro nomi:

Diego Antonioli, ingegnere; Raffaele Ariano, ricercatore universitario; Josita Bassani, insegnante; Giacomo Bazzani, impiegato; Davide Bera, operaio; Francesca Berardi, archivista; Luca Bergamaschi, documentarista e regista; Piergiorgio Bergonzi, pensionato; Maurizio Bertolaso, dirigente sindacale; Luciano Bini, liutaio; Donatella Boccali, funzionario comunale; Niccolò Bodini, studente universitario; Pamela Borella, operaia; Fabrizio Caraffini, attore e regista; Giampiero Carotti, archivista; Mauro Castagnaro, educatore e sociologo; Monia Castelli, dirigente sindacato; Maria José Compiani, operatrice sociale; Gianmario Confortini, lavoratore in mobilità; Michele De Crecchio, urbanista; Giuliano Degli Antoni, pensionato; Mimmo Dolci, dirigente sindacato; Raul Dominguez, docente universitario Musicologia; Cosetta Erinaldi, sindacalista; Mario Feraboli, libraio; Giovanni Fusar Poli, ingegnere; Simone Gagliardi, musicista; Federica Galuppini, lavoratrice precaria; Nicola Gastaldi, autore; Armando Generali, dirigente sindacato; Michele Giardullo, docente; Carlo Giordano, sociologo; Ivana Gruppi, insegnante; Massimo Guerci, lavoratore dello spettacolo; teresa La Gala, architetto; Lorenzo Lupoli, studente universitario; Simona Maffini, insegnante; Sofia Malaggi, disoccupata; Federica Marangon, esercente; Andrea Martinelli, impiegato; Maurizio Mele, geologo; Gianluca Monti, avvocato; Piero Morini, insegnante; Giovanna Mosconi, insegnante; Roberta Mozzi, dirigente scolastico; Hisham Ouasani, dirigente sindacato lavoratori edili; Vittoria Pagliara, fisioterapista; Pierluigi Pasotto, impiegato; Alexis Paulinich, psicologo; Alessio Pedretti, rappresentante sindacale; Felice Resemini, impiegato; Ferruccio Rizzi, impiegato; Pier Luigi Rissi, impiegato; Gigi Rossetti, lavoratore precario; Laura Rossi, promotrice rete di economia ecologica solidale; Beppe Ruffo, operaio; Tiziano Sandrini, educatore, Roberto Scazzoli, rappresentante sindacale; Franco Spinogatti, psichiatra; Lorenza Tizzi, funzionaria amministrativa; Chiara Tomasetti, avvocato; Giovanni Uggeri, postino; Guido Vaudetto, consulente informatico; Fabio Veneroni, ferroviere, Rosita Viola, operatrice sociale; Massimiliano Zanisi, operaio; Davide Zito, educatore; Stefano Zurpa, consulente sindacale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti