2 Commenti

La Lega manifesta contro l'inaugurazione del centro culturale islamico

moschea

Duro attacco della Lega contro l’inaugurazione del centro culturale islamico di via San Bernardo: lo farà nella mattinata di sabato, dalle 9,30 alle 12.30, con un gazebo in Largo Boccaccino (dietro al Duomo). Carroccio contrario anche all’accoglienza data ai clandestini/profughi da parte dell’amministrazione Perri.
“Le Segreterie, provinciale e cittadina della Lega Nord, sono assolutamente contrarie all’inaugurazione della nuova moschea – evidenzia il partito in un comunicato -. Le cose vanno chiamate con il loro nome: questo non è un  centro culturale islamico, ma soltanto una copertura per poter diffondere con una parvenza di regolarità le malsane idee medioevali di sopraffazione dell’Islam.
Vorremmo ricordare ai cremonesi, che la nostra città pochi anni fa è stata un obiettivo sensibile ed è stata presa di mira da cellule terroristiche islamiche che volevano far saltare in aria il Duomo. Vorremmo anche ricordare ai cittadini che proprio dietro alla sede della Polizia in via Massarotti, sorgeva una scuola islamica (màdrasa) per “educare” i bambini unicamente al Corano, all’arabo e all’attività sovversiva, gestita da uomini appartenenti al movimento terroristico di Al Quaeda”.

Il Carroccio attacca quindi la Giunta Perri, che “si rifiuta di attivare collegamenti bus Km tra la città e gli aeroporti per attirare turisti in città, perché dicono costi troppo, in compenso spedisce un bus Km a Malpensa per recuperare 40 finti profughi e portarli a Cremona a nostre spese. Con volo Comiso-Malpensa e passaggio fino a Cremona sono appena arrivati sul territorio 40 nuovi immigrati. Il conto è presto fatto: 36 euro al giorno per 40 ospiti sono la bellezza di 525.000 euro all’anno di soldi nostri che serviranno per mantenere queste persone a spasso per Cremona. Senza contare che i nuovi arrivati sono in realtà 40 ragazzoni clandestini, altro che famiglie di profughi che scappano dalla guerra! Sappiamo già come andrà a finire, come tutte le altre volte: ospitati dalla Casa dell’Accoglienza senza nemmeno chiedere loro di contribuire a tenere pulite le rive del Po, le strade e i marciapiedi, li troveremo a zonzo per la città, ubriachi al mattino e spacciatori (come già successo) al pomeriggio, ad impaurire gli anziani e infastidire le donne. La Lega Nord è l’unica forza che si batte contro questa Europa che ci impone solo doveri e non difende nemmeno le nostre coste dall’invasione di questi disperati. Poi, da quando al Ministero degli Interni non siede più Maroni, per i nostri politici ipocriti, a Roma come a Cremona, queste persone sono considerate dei poverini da accogliere e mantenere. A chi sta al Governo, con la complicità di amministratori locali molli e inconcludenti come Perri, non importa che a pagare il conto siano sempre i cremonesi perbene”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Frank Simpson

    Vergogna perri

  • Telafó Giovanni

    Sempre pacati i toni dei padani nostrani…mamma li turchi!