Commenta

Gegic libero di espatriare Il riesame accoglie le richieste della difesa

gegic

L'avvocato Curatti

Almir Gegic, coinvolto nell’inchiesta cremonese del calcio scommesse in quanto ritenuto esponente del gruppo degli “zingari”, da questa mattina è un uomo libero e potrà tornare dalla sua famiglia, nella regione del Sangiaccato, tra Serbia e Montenegro. Lo hanno deciso i giudici  del  riesame di Brescia accogliendo l’istanza presentata dal suo avvocato difensore Luca Curatti contro il divieto con il quale il gip Andrea Milesi aveva rigettato l’istanza dello stesso legale, considerando la persistenza del pericolo di fuga. Tolti il divieto di espatrio e l’obbligo a presentarsi in questura per la firma tre volte a settimana.”E’ una bella sensazione”, ha commentato lo stesso Gegic, che è in Italia da un anno e quattro mesi. Torna in libertà dopo aver trascorso 140 giorni di carcere, 45 ai domiciliari e il resto attraverso le misure che oggi gli sono state revocate”. Gegic si è detto pronto anche a tornare ad indossare la maglia della squadra elvetica del Rancate Calcio: “In teoria già sabato prossimo potrei scendere in campo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti