Un commento

Allarme alcool (anche tra minorenni) Polizia indaga su una festa privata

alcol-evid

Si trovavano ad una festa privata organizzata in città, i due giovanissimi – entrambi 16 anni – che nella notte di sabato sono stati soccorsi dal 118 per intossicazione etilica. E ora la questura sta valutando se aprire un’indagine sull’accaduto: il reato che potrebbe essere ipotizzato è quello di aver servito alcolici a minorenni: secondo le più recenti normative, infatti, vendere o somministrare alcolici a minorenni è reato. Era circa mezzanotte e mezza quando il 118 è arrivato a sirene spiegate in via Oscasali per soccorrere una ragazza, in piena intossicazione alcolica. Sul posto è accorsa anche la madre, che l’ha poi seguita in ospedale. Un coetaneo, nel frattempo, era uscito e si era steso a terra, in strada, per cercare di smaltire la sbornia. Sul posto anche per lui sono intervenuti i sanitari del 118, neppure mezz’ora dopo.

Intorno a mezzanotte, invece, l’ambulanza aveva raggiunto il cuore della movida del centro storico, piazza della Pace, per soccorrere una ragazza di 23 anni: anch’essa si era sentita male a causa di abuso di alcol. Le sue condizioni sono risultate subito piuttosto serie.

Il fenomeno dell’abuso di alcol tra i giovanissimi è purtroppo un’emergenza che si sta diffondendo in  maniera preoccupante, anche a causa delle mode che spopolano sui social network, come il neknomination.

Laura Bosio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • G.

    Bene, spero che ora questi ragazzi siano felici di aver raggiunto uno scopo nella vita, bravissimi, i miei complimenti