Un commento

Giovani e lavoro, due giorni di full immersion con esperti

zerodiciotto-evid

Si svolgerà martedì 8 e mercoledì 9 aprile 2014, nella Sala Puerari del Museo Civico Ala Ponzone, il convegno Pensare il Futuro – II Edizione, organizzato dal Comune di Cremona Servizio Università – Informagiovani e Ufficio Pari Opportunità in collaborazione con ISFOL – Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori, ANCI Lombardia, Consigliera di Parità della Provincia di Cremona, ASL della provincia di Cremona e con il contributo di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto Lavoro Subito. “L’obiettivo di queste due giornate – commenta l’Assessore Jane Alquati – è quello di favorire un confronto sui temi della conciliazione, del lavoro e dell’orientamento. Per fare questo, sono stati inviatati a intervenire illustri relatori e autorevoli rappresentanti del mondo accademico e dell’imprenditoria nazionale. La prima giornata sarà dedicata al tema delle politiche educative e della conciliazione vita e lavoro. Nel corso del pomeriggio si svolgerà un laboratorio di approfondimento dedicato a docenti e operatori di settore curato da ISFOL e dedicato al tema Tra orientamento e conciliazione: pregiudizi e stereotipi di genere.

Too Much – Giornata dedicata al tema giovani e lavoro, al talento, alla creatività e al coraggio, alla loro voglia di esserci e di contare oltre le statistiche è il titolo dell’evento, ideato e organizzato dal Servizio Università – Informagiovani del Comune di Cremona, che si svolgerà il 9 aprile e che sarà incentrato sul tema del lavoro. Al mattino, introdotti e moderati da Maria Carmen Russo, responsabile del Servizio Università Informagiovani del Comune di Cremona, interverranno:

– Benedetta Bruzziches, giovane designer di accessori che in poco tempo ha reso le sue creazioni famose e richieste in tutto il mondo. La sua “avventura” è stata raccontata nel libro di Corrado Formigli “L’impresa impossibile”.

– Anna Maria Di Fabio, responsabile del Laboratorio di ricerca e intervento in Psicologia per l’orientamento professionale e il career counseling (per i risultati di ricerca e intervento il Laboratorio è stato scelto nel network mondiale della Chaire UNESCO “Guidance and career counseling lifelong” sotto la direzione scientifica di Jean Guichard per il progresso dell’orientamento nel mondo) fornirà indicazioni e suggerimenti per valorizzare talenti e risorse personali dei giovani con l’obiettivo di favorire una formula personale di successo.

– Jean Guichard, uno dei massimi esperti di orientamento a livello internazionale, Professore emerito al Conservatorio Nazionale delle Arti e dei Mestieri di Parigi e titolare della cattedra UNESCO «0rientation et conseil tout au long de la vie» dell’università polacca di Wroclaw, dedicherà la sua Lezione Magistrale alle modalità per sostenere e accompagnare le persone nella progettazione della propria carriera e della propria vita

– Jane Alquati, Assessore alle Politiche educative e della famiglia, Politiche giovanili e Informagiovani, Università e Formazione professionale, Tempi e orari della città e Pari opportunità del Comune di Cremona, parlerà di orientamento precoce come strategia di crescita personale, coscienza di sé e accrescimento delle capacità progettuali attraverso la presentazione dell’esperienza del Progetto Zero/18.

– Anna Grimaldi, Responsabile del Dipartimento Mercato del Lavoro e Politiche Sociali di ISFOL illustrerà le Linee Guida sull’Orientamento, recentissimo ed importante documento che fa dell’orientamento non più solo lo strumento per gestire la transizione tra scuola e mondo del lavoro.

– Stefano Robbi, Responsabile del Settore Interventi Sociali e Politiche Giovanili del Comune di Novate Milanese, parlerà infine della realtà degli Informagiovani come luoghi e strumenti per la ricerca del lavoro.

– Benedetta Bruzziches, dopo il suo intervento in Sala Puerari.

Al pomeriggio, nel corso dell’Incontro regionale Informagiovani lombardi, l’attenzione si sposterà sulla realtà degli Informagiovani, sul loro ruolo,  sulle loro caratteristiche e sull’evoluzione in vista delle nuove linee guida ed orientamenti. Gli Informagiovani negli ultimi anni hanno potenziato i servizi riguardanti il lavoro, realizzando interventi dedicati al tema dell’orientamento e dell’accompagnamento vista la forte richiesta da parte dei giovani (e dei meno giovani) e grazie alla loro connotazione di servizi di prossimità che forniscono informazioni strutturate e selezionate.

Infine, presentazione del progetto Zero/18.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Oh-Reste?

    L’attuale amministrazione ha fatto fare all’aem decine di milioni di investimenti inutili e improduttivi e adesso parla di crescita?