Commenta

Festa in piazza Roma per l'altra Europa, obiettivo 1000 firme

tsipras-evid

“Un piccolo gran finale della campagna raccolta firme, una piccola grande anteprima della campagna elettorale”. Così il Comitato Promotore Cremonese “L’Altra Europa – con Tsipras” – lista unitaria di cittadinanza ha presentato la “festa dell’altra Europa” che si è svolta dal primo pomeriggio fino a sera in piazza Roma, sabato 5 aprile. Una festa interamente autoprodotta e autofinanziata dagli attivisti del Comitato Promotore, nato in modo reticolare e diffuso con l’adesione di 100 cittadini/e cremonesi impegnati nella società civile e nei nuovi movimenti, nei mondi del lavoro, del sapere, della cultura e della solidarietà.

Scopo della festa terminare la raccolta firme (ne servono 150mila su tutto il territorio nazionale; 1000 l’obiettivo per Cremona e provincia) per poter partecipare alle prossime elezioni del Parlamento Europeo. Mentre infatti i vecchi partiti già presenti in Parlamento sono automaticamente sulle schede elettorali, alle nuove formazioni politiche è richiesto di presentare le sottoscrizioni. “Un’Altra Europa è possibile! Diamole Voce” è stato lo slogan dell’intera campagna del comitato promotore cremonese, “contro Troika e Larghe Intese, tecnocrazia e neoliberismo, populismo e nazionalismo, portiamo nel Parlamento le cittadine e i cittadini, la Società Civile e i Movimenti per un’Europa del lavoro e dell’ambiente, dei diritti e delle libertà, delle culture e della pace… Mettiamoci la Firma!”.

Hanno allietato il pomeriggio spettacoli di giocoleria per bambini, reading teatrale del “Manifesto di Ventotene” di Altiero Spinelli con “La Compagnia degli Incivili”, canzoni popolari con “I Fratelli Bandiera”; “Musica Senza Frontiere” Jam-Session con Giorgio Sclavo, chitarra elettrica; Lorenzo Colace, chitarra acustica e basso; Marco Zanatta, tastiere; Simone Gagliardi, percussioni; il Jazz-Blues di “Self-Made Troubles” e concerto Rock “Kubla Khan”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti