Commenta

Quartiere Po, assegnati 22 orti urbani Via anche ai lavori su strade e marciapiedi

orti-evid

In una sala decisamente affollata sono stati assegnati sabato mattina, presso l’oratorio di Cristo Re, i 22 orti urbani predisposti dal Comune nel quartiere Po. “E’ il coronamento di un impegno che abbiamo portato avanti insieme, impiegandoci oltre tre anni – ha evidenziato l’assessore Francesco Bordi -. E’ stato un percorso non facile, perché l’idea non piaceva a tutti. Speriamo che questo progetto porti aggregazione e spirito di solidarietà e non litigi tra confinanti”. La sollecitazione a tenere gli orti “al meglio possibile” è arrivata da più parti. “In altri quartieri ci è capitato di dover togliere degli orti a qualcuno che non li ha tenuti bene – ha sottolineato il consigliere comunale Giorgio Everet -. Allo Zaist abbiamo anche dovuto spendere quasi mille euro per un ripristino laddove c’erano degli orti tenuti male e dove si era accumulata sporcizia. Quello che chiediamo a tutti è di rispettare il regolamento e di comportarsi bene”.
Una grande responsabilità, quella affidata ai cittadini del quartiere Po: gli orti saranno infatti collocati su una zona di forte percorrenza (lungo via Portinari del Po, di fronte al piazzale della piscina comunale) e quindi sono sotto lo sguardo di tutti: “Questo deve essere lo spunto per tenere questi appezzamenti nel modo migliore possibile” ha detto Mauro Barborini, responsabile dell’ufficio Politiche ambientali. Chi gestisce l’orto non dovrà pagare nulla al Comune, tranne le spese per l’acqua (nella misura di 20-25 euro annui).
Dalla Giunta arriva anche la promessa dei tanto attesi lavori in quartiere Po: “Come già abbiamo fatto in via Mincio con l’isola pedonale, stiamo procedendo alla riqualificazione delle strade più dissestate e all’approntamento degli interventi più urgenti” ha detto l’assessore Francesco Zanibelli.
Intanto questo è solo il primo passo, perché nel quaertiere ci sarà la possibilità di avere altri 15 appezzamenti, che verranno assegnati prossimamente a chi ne farà richiesta. “Stiamo portando avanti un discorso di questo tipo anche in altri quartieri, individuando le zone più idonee – ha detto l’assessore Claudio Demicheli -. Credo che questo sia un importante servizio che facciamo ai cittadini e vogliamo diffonderlo il più possibile”.

A questo proposito il Comitato di Quartiere 1 organizza un incontro per giovedì 10 aprile – ore 17.15 – presso l’Oratorio del Seminario con l’assessore Francesco Bordi per tutti coloro che sono interessati all’iniziativa degli Orti urbani. “Durante la riunione – fa sapere il vicepresidente di quartiere, Davide Soregaroli -,  si discuterà anche per individuare, fra le aree in disponibilità del Comune, quella più idonee da destinare al progetto. Attualmente il Comune sta valutando, tra l’altro, di localizzarli nell’area posta al termine di Via Valtoce (dietro l’area Snam)”.

Laura Bosio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti