Un commento

Perri ai candidati FI Difesa della squadra e appello all'unità

evid-fi

Il sindaco chiama all’unità la coalizione di centrodestra: si vince o si perde insieme è la sintesi del messaggio politico fatto mercoledì mattina a SpazioComune ai candidati della lista di Forza Italia. “Dobbiamo viaggiare in cordata – sono state le parole del sindaco – Siamo tutti legati l’uno all’altro, se uno cade trascina tutti”, in riferimento alle forze che compongono la coalizione.  Perri è apparso in forma nel motivare i suoi e ha difeso l’operato del gruppo con cui ha lavorato negli ultimi cinque anni: “Io non ho lavorato da solo, lo abbiamo fatto insieme. Non prestiamo il fianco a certe critiche”, ha detto in riferimento all’accusa che più di frequente gli è stata fatta nell’ultimo anno. Quella cioè di non avere selezionato una giunta con le competenze necessarie ad assicurare una guida sicura alla macchina comunale.

Aggressive nei confronti delle tante liste in campo, le parole di Carloalberto Ghidotti, coordinatore politico del gruppo cittadino di Forza Italia: troppi i candidati sindaci in gara per una città piccola come Cremona, in buona parte messe in piedi da persone “che cercano solo visibilità propria” e pronte a mercanteggiare il proprio gruzzolo di voti con chiunque sarà il vincitore delle elezioni. Una parcellizzazione del voto che secondo Ghidotti cavalca il malcontento generale nei confronti dei partiti, ma che i candidati di FI sono invitati a combattere.

Perri ha poi risposto direttamente alle critiche del suo principale avversario, il candidato del centrosinistra Gianluca Galimberti: “E’ facile parlare di progetti quando si sta fuori dal meccanismo. Mi ha dato quattro e mezzo, ma rifiuto questo voto. La gente troppo facilmente dimentica quanto abbiamo fatto in questi anni, ma avremo modo di ricordarlo ai cremonesi nel mese che ci separa dalle elezioni. Voglio anche rispondere a chi ci accusa di aver portato a termine progetti solo perchè aiutati dall’esterno. Essere aiutati è anche un merito, ci sono stati privati ed enti pubblici che hanno creduto in noi e per questo ci hanno aiutato”. Riferimenti principali: Piazza Marconi e Museo del Violino, ma anche i 10milioni di euro erogati da Regione e RFI per l’eliminazione dei passaggi a livello, unico esempio in Italia, ha ricordato poi l’assessore Francesco Zanibelli – di investimento di questo genere negli ultimi tempi.

LA LISTA DI FORZA ITALIA ALLE COMUNALI – Una lista di 32 nomi, tra cui i più  noti sono quelli dei consiglieri comunali uscenti Marcello Ventura, Giacomo Zaffanella, Giorgio Everet, Carlalberto Ghidotti, Luca Grignani e il neo-acquisto Ferruccio Giovetti. Oltre a Paolo Marcenaro, già presidente delle Botteghe del Centro. In lista anche Claudia Amoroso, Maria Cristina Arata, Giuseppe Ballestriero, Maria Luigia Bernuzzi, Martisa Boselli, Enrico Bonali, Giuseppe Borelli, Nicolas Gianni Brigati, Roberto Calvi, Marco Capelli, Davide Curtarelli, Arrigo Frassi, Ferruccio Giovetti, Lorenza Marchesi, Carolina Mondoni, Ilenia Montani, Massimiliano Montani, Alessandro Peretto (il candidato più giovane, solo 21 anni), Cristina Piersimoni, Vincenzo Pisani, Elisabetta Renzi, Rosario Ribera, Roberto Ridolfi, Rosanna Sicignano, Annalisa Tirloni, Rosa Maria Tozzi.

Giuliana Biagi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Rosa Maria Grazia Tozzi

    Errata corrige: Rosa Maria Grazia Tozzi