Commenta

Buono sociale per famiglie numerose, stanziati 30mila euro

famiglia-numerosa

Fino al 31 ottobre sarà possibile presentare all’Azienda Sociale del Cremonese la domanda per accedere al Buono Sociale Mirato Famiglie Numerose per l’anno 2014. La somma complessiva disponibile è pari a 30.000 euro, in conto Fondo Nazionale Politiche Sociali.

Il Buono Sociale Mirato Famiglie Numerose intende favorire la riduzione dei costi che le famiglie numerose del territorio cremonese sostengono per la fruizione dei servizi rivolti alla cura, accudimento, socializzazione ed educazione dei figli nonché agevolare l’accesso ai servizi che si prestano a conciliare i tempi di lavoro con quelli di cura dei figli. Si tratta di un contributo economico che l’Azienda Sociale del Cremonese eroga su presentazione di apposita domanda da parte dell’interessato presso il proprio Comune di residenza. Tale contributo si inserisce all’interno del sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei Comuni associati, ai sensi della legge 328/00.

Il Buono Sociale Mirato Famiglie Numerose intende favorire la riduzione dei costi che le famiglie numerose del territorio cremonese sostengono per la fruizione dei servizi rivolti alla cura, accudimento, socializzazione ed educazione dei figli nonché agevolare l’accesso ai servizi che si prestano a conciliare i tempi di lavoro con quelli di cura dei figli.

Nello specifico, il Buono è finalizzato a: integrare il reddito per prolungare il congedo parentale o ridurre l’orario lavorativo; sostenere l’accesso ai servizi per la prima infanzia, compresi quelli di baby-sitting le cui spese siano regolarmente documentate; sostenere l’accesso a servizi integrativi scolastici ed extrascolastici, quali pre e post scuola, servizi per periodi delle vacanze scolastiche, per la socializzazione, per attività sportive, ricreative, culturali e del tempo libero; garantire la fruizione di servizi di trasporto e accompagnamento; garantire servizi per l’assistenza, con particolare attenzione al minore disabile.

Il Buono è rivolto alle famiglie con quattro o più figli conviventi (di cui almeno uno minore fiscalmente a carico) residenti o dimoranti abituali da almeno sei mesi con entrambi i genitori (se non separati) in uno dei 47 Comuni dell’Ambito distrettuale di Cremona.

Sulla base della graduatoria finale e in relazione alla disponibilità dei fondi destinati, l’Azienda Sociale del Cremonese procederà all’erogazione del Buono. Il beneficio economico verrà quindi trasferito dall’Azienda Sociale Cremonese, in qualità di Ente Gestore dell’Ambito distrettuale di Cremona, secondo le modalità sottoscritte nella domanda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti