Commenta

Verso il ballottaggio: con Perri Lega e Cremona Libera, Galimberti va da solo

galimb--perri-evid

Allo scadere dei termini per stabilire gli eventuali apparentamenti, lo scenario vede la candidatura di Perri sostenuta dalla Lega e dalla lista Cremona Libera con Zagni (coordinata da Agostino Melega), mentre Gianluca Galimberti è rimasto fedele alla decisione iniziale di non stringere alleanze. In mattinata anche Popolari per l’Italia-‘Udc ha fatto sapere di non volersi apparentare con nessuno e di non fornire indicazioni di voto ai propri elettori.

“La delegazione della lista Popolari per l’Italia – Udc, definita dai candidati della lista e confermata dal comitato provinciale Udc, guidata da Giuseppe Foderaro, ha promosso gli incontri con i candidati sindaco  al ballottaggio,  per  una verifica programmatica e di congruità delle proposte amministrative – ha fatto sapere il partito con un comunicato -. Sono state approfondite principalmente le tematiche relative a  scuola e occupazione giovanile, sostegno alle famiglie in difficoltà, riduzione del carico fiscale comunale, crisi delle attività commerciali e del centro storico, tutela e recupero del patrimonio edificato ed ambientale, revisione del Piano di Gestione del Territorio e riduzione dello spreco di suolo.Sono state valutate le soluzioni indicate per i punti precedenti,  l’esigenza di cambiamento nel metodo di partecipazione della comunità alla gestione della cosa pubblica, la necessità di riduzione dei costi della macchina comunale e delle società partecipate; non si è rilevata, nell’ambito dell’incontro avuto con la delegazione che ha affiancato il sindaco Oreste Perri, la possibilità di addivenire ad una convergenza sui temi indicati. Le medesime istanze, approfondite con il candidato Sindaco Galimberti, hanno portato alla condivisione della necessità di un costante confronto fra tutte le forze politiche e dell’associazionismo che si dimostreranno disponibili, perchè si possa lavorare al rilancio della città. Pur apprezzando lo spirito di collaborazione, non pare, quindi,  possibile procedere all’apparentamento  con il candidato Sindaco Perri né dare indicazioni preferenziali di voto all’elettorato della lista Popolari per l’Italia – Udc , che qui si ringrazia, come sempre libero di privilegiare personali  intangibili valori democratici.  Il progetto di costruzione di un’ampia area politica rappresentativa dell’elettorato moderato, fondato sui punti programmatici e valoriali che abbiamo proposto alle ultime elezioni inizia, per noi, con la presente esperienza amministrativa e si sostanzierà in un lavoro di confronto, approfondimento, proposta e verifica”.

La stessa decisione presa anche dalle le altre liste: sciolti nella giornata di sabato i dubbi sulla lista Cremona Città Nova di Laura Carlino e su Movimento per Cremona, di Carmine Scotti: entrambe le liste hanno infatti deciso di non fare alcun apparentamento e di lasciare libertà di scelta tra Perri e Galimberti. Stesso discorso vale per il Terzo Polo di Pietro Signorini.

Allo stesso modo, neppure il M5S aveva voluto apparentarsi con nessuno, lasciando che i suoi 2.348 elettori decidano liberamente con chi schierarsi. Un 6,14% di votanti la cui decisione potrebbe far pendere da una parte o dall’altra l’ago della bilancia.

Invece il gruppo dei Verdi, pur non apparentandosi con nessuno, ancora non ha deciso se fornire o meno indicazioni di voto, anche se il candidato Juri Brocchieri aveva già chiarito che non avrebbe sostenuto la coalizione di centrodestra.

Dall’altra parte CasaPound, con il suo candidato Gianluca Galli, ha chiarito di non lasciare libertà ai propri elettori, lanciando però una stoccata alla coalizione di centrosinistra: “Non scordiamo gli sprechi di denaro pubblico, i favoritismi e le privatizzazioni causate dal liberismo economico che hanno portato al degrado del centro storico, approvate da sindaci e amministrazioni di Sinistra, dal dopoguerra”.

I due candidati sindaco di centrodestra e di centrosinistra, Oreste Perri e Gianluca Galimberti, si incontreranno per un ultimo confronto (promosso dall’emittente televisiva Cremona1 e dal quotidiano La Provincia) pubblico giovedì sera – ore 21 -, in Cortile Federico II. Il testa a testa verrà trasmesso in diretta su Cremona1 e in Streaming su CremonaOggi. L’incontro sarà moderato da giornalisti di Cremona1 e della Provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti