Commenta

Dirigenze scolastiche, molte incertezze In tanti aspirano a Manin e Anguissola

scuola-main

Walzer di presidi in città. In attesa di dati certi sulle sedi vacanti, non ancora pubblicate dalla direzione scolastica regionale, tra gli addetti ai lavori spopola il gossip, come ogni anno. Quest’anno il piatto forte è dato dai due licei Manin e Anguissola, che dovrebbero perdere i rispettivi dirigenti Pietro Bellisario e Marzia Maioli. Tra i possibili aspiranti potrebbero esserci i due dirigenti degli istituti comprensivi 1 e 3, Piergiorgio Poli (IC1, Campi – Trento e Trieste) e  Renato Suppini (Vida). Ma anche Adelio Maffezzoni, da un anno passato alla guida certamente non facile del polo professionale cremonese cremasco Apc-Marazzi. Un esperimento nuovo, questo dell’unificazione di due scuole professionali con le stesse caratteristiche, ma inseriti in contesti economici e sociali diversi.

Nel risiko dei presidi, Mirelva Mondini attualmente all’istituto Stradivari (Liceo Musicale e scuola di Liuteria) potrebbe optare per una delle due sedi vacanti mantenendo però anche la guida dello Stradivari, sottodimensionato. Sembra inoltre che anche Paola Manara, ttiolare allo Stanga, abbia intenzione di cercare un’altra sede. Da notare l’istituzione dal prossimo anno scolastico del Centro permanente per l’istruzione agli adulti (l’Ex Eda della scuola Campi), una nuova autonomia cui spetta una dirigenza. Quella che invece dovrebbe perdere l’Itc Beltrami, in calo di iscrizioni e già lo scorso anno non non aveva avuto diritto ad una presidenza.

Tutti nuovi invece i presidi degli istituti comprensivi 4 e 5, dove sono approdati i vincitori del concorso per dirigenti del 2011, entrati i ruolo da pochi mesi.  All’IC4 (Scuola media Anna Frank, primaria Mazzolari di via Corte) andrà Barbara Azzali; al Cremona Cinque (scuola primaria Stradivari di via Corte e media di Sesto) Daniele Carlo Pitturelli. Fuori città, all’IC Crema 3 Paolo Carbone; al Diotti di Casalmaggiore Cinzia Dall’Asta; all’IC di Spino D’Adda Enrico Fasoli; a quello di San Bassano Nicoletta Ferrari; a Bagnolo Cremasco diventa presidente dell’IC l’ex assessore provinciale a Istruzione e Lavoro Paola Orini; al Comprensivo di Rivolta d’Adda Claudio Venturelli. Tra le scuole superiori un solo neo-immesso in ruolo, Pierluigi  Tadi, al liceo artistico Munari di Crema e Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti