Commenta

Nuova chiesa del Maristella, il 14 settembre l'inaugurazione ufficiale

chiesa-maristella

Continuano a ritmo serrato i lavori per la nuova chiesa del Maristella: con la fine di luglio si darà avvio alla sistemazione degli arredi e al cablaggio degli impianti. Un insieme di sistemi innovativi che daranno anche la possibilità di effettuare proiezioni sia all’interno che all’esterno della chiesa. Domenica 14 settembre alle 16 si terrà la solenne celebrazione con il Vescovo Lafranconi per inaugurare ufficialmente la chiesa, ma durante tutto il mese sono tanti gli appuntamenti in programma, di carattere religioso e non solo. Molta è la voglia, da parte degli abitanti del quartiere, di celebrare una struttura da tempo desiderata.

IL CANTIERE
L’obiettivo del parroco del Martistella, don Pierluigi Codazzi, come si legge sul sito della Diocesi, è di procedere spediti con il cantiere per chiuderlo con la fine dell’estate e, dall’inizio di settembre, lasciare tutta l’attenzione alla preparazione di un momento davvero importante per la comunità e che non si può leggere sono nell’ottica dell’inaugurazione di un luogo nuovo. Estate dunque impegnativa per l’impresa di costruzioni Balotta e i progettisti dello Studio Biplano Living Concept di Persico Dosimo.
Terminata la pavimentazione interna e l’anfiteatro all’ingresso della chiesa, completato il passaggio pedonale che dall’attraversamento semaforico di via Persico porta alla parrocchia e l’intervento di piantumazione (con il posizionamento di panchine e spazi gioco), l’attenzione va ai particolari. A cominciare dagli arredi e dal cablaggio degli impianti.
Macchinari non solo per la climatizzazione, con riscaldamento e raffrescamento radianti a pavimento che si abbina in modo ideale a una generazione di calore tramite pompa di calore e a una fonte energetica geotermica, ricavata dal sottosuolo mediante l’utilizzo di sonde verticali.
La tecnologia permetterà anche di effettuare proiezioni di filmati sia all’interno che all’esterno della chiesa. Strumenti che naturalmente non intendono cambiare le liturgie, ma essere di supporto in momenti quali ritiri o elevazioni spirituali di carattere teatrale o musicale. E ancora seguire dirette video, come le veglie di eventi nazionali o mondiali.

LA CONSACRAZIONE E LA PREPARAZIONE
La nuova chiesa sarà consacrata nel pomeriggio di domenica 14 settembre, nella festa dell’Esaltazione della Croce, con la solenne celebrazione presieduta dal vescovo Dante Lafranconi. La Messa avrà luogo alle 16: un orario scelto per favorire la partecipazione anche degli altri sacerdoti della città. Naturalmente non mancheranno, oltre al vicario don Matteo Alberti, don Gianpaolo Maccagni, vicario zonale e parroco di S. Francesco d’Assisi allo Zaist, e don Giuliano Vezzosi, parroco di S. Bernardo: le due parrocchie con cui da qualche anno è attiva una forte sinergia in particolare nell’ambito della pastorale giovanile.
A salutare la consacrazione sarà, al termine della Messa, il concerto di campane proposto da un gruppo itinerante. Sulla torre del Maristella, infatti, i bronzi non sono ancora stati installati: arriveranno in futuro, compatibilmente con le risorse.
L’importante momento per la comunità dell’Immacolata Concezione sarà preparato nei giorni precedenti con momenti di spiritualità e di riflessione sul significato profondo che ha portato alla scelta di costruire la chiesa. Incontri che il parroco vorrebbe svolgere proprio all’interno del nuovo edificio di culto, che i parrocchiani potranno così iniziare a conoscere, a partire proprio dagli aspetti architettonici-liturgici.
Altro versante su cui si focalizzerà l’attenzione sarà la preparazione ai Sacramenti, che domenica 21 settembre saranno conferiti a una ventina di ragazzi. Per loro la celebrazione dei Sacramenti dell’iniziazione cristiana era stata inizialmente fissata a giugno, ma lo slittamento della data di consacrazione della chiesa (inizialmente prevista la scorsa primavera) ha portato a posticipare anche questa celebrazione. Le prime settimane di settembre saranno così caratterizzate anche da specifici incontri per i ragazzi e le loro famiglie.

EVENTI IN TUTTO IL QUARTIERE
L’idea di costruire al Maristella una chiesa ha comportato anche una riflessione generale sul quartiere, dove la chiesa e la parrocchia non rappresentano solo lo spazio della comunità cristiana, ma anche un luogo di più ampia coesione a livello del quartiere.
Proprio in questa ottica il mese di settembre sarà caratterizzato da una serie di iniziative che coinvolgeranno anche il Comitato di quartiere e la società sportiva Sported Maris. Proposte di diverso genere e in diverse location avranno luogo nei fine settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti