22 Commenti

Il nuovo corso? 'Una Disneyland incoerente con contesto architettonico'

Lettera scritta da Un professionista di Cremona

Egregio Direttore,

Sono andato ad ammirare il “fiume urbano” con qualche perplessità sulla scelta del nome, evocativo di alluvioni e per nulla bene augurale e sono rimasto assolutamente sconcertato. Ho avuto la netta sensazione di una colata di strisce di vernice fuoriuscite da un contenitore sfuggito di mano a qualche operaio e rotolante al suolo. Se l’opera voleva suscitare allegria, il risultato ottenuto, a mio parere, è diametralmente opposto, ma se voleva, invece, indurre alla riflessione sul dissesto idrogeologico che affligge il nostro paese, devo riconoscere che lo scopo è stato pienamente raggiunto, perché essa trasmette un senso di angoscia del tutto adeguato al problema. Mi chiedo, infatti, se una serie di scarabocchi sul selciato di una delle strade principali arricchisca la città e se qualcuno si illuda che possa servire ad invertire la progressiva desertificazione del centro dovuta ad una serie ininterrotta di scelte sbagliate operate dalle precedenti amministrazioni. Non sarà, invece, che l’immagine del fiume rappresenti un implicito invito ai commercianti, sempre più disperati, a gettarvisi con una pietra al collo ? Mi viene il dubbio che la trasformazione di corso Garibaldi in una specie di Disneyland, del tutto incoerente con il contesto architettonico, miri ad incrementare il flusso dei turisti amanti del genere horror. Non bisogna, però, dimenticare, che anche costoro saranno disincentivati dall’accorrere a frotte, dalla selva di regolamenti, divieti, costosissimi posteggi a pagamento, telecamere, ecc, che fanno scappare perfino i cremonesi. In ogni caso, visto che i fiumi finiscono nel mare, perché non realizzare anche quello ? Ovviamente “urbano” ? Nel grande spazio di piazza Stradivari, orfano della pensilina mai sufficientemente rimpianta, suggerirei di disegnare sul selciato balene e delfini, oltre ad un congruo numero di pesci, corredando il tutto con adeguate linee blu ad imitazione delle onde. Poiché non faccio l’architetto, penso di poter offrire l’idea gratuitamente senza suscitare polemiche e al solo scopo di incentivare le iniziative volte a rendere sempre più bella la città.

Un professionista di Cremona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • G.

    Tipico cremonese che non vuole mai un cambiamento, una città che non ha mai intenzione di cambiare ed innovarsi, non penso che abbia prospettive di progresso, infatti Cremona è sempre uguale non cambia mai, non per colpa del Comune ma a causa della mentalità della popolazione.

  • Guido Ruggeri

    Bhe, ma professionista in che campo!? Pomodori!? Patate!? O si tratta di un altro genio che fa la birra a km 0 in austria!? Mha!? Come siamo noiosi noi cremonesi.

    • Sorcio Verde

      Io penso che i cremonesi abbiano votato questo sindaco sulle ali dell’entusiasmo renziano, è, giovane è un professore, insegna e pure all’università…..ah già….. anche Schettino lo fa…… beh allora….

  • Je

    Che beceri! non è vero! secondo me è molto bello simpatico e colorato oltre che attrattivo
    Matteo

  • mpompero

    Quel che in bolognese viene definito “un gat tache’ ai maron”.

  • NoiSiamoiCremonesi

    Perchè non ti firmi? Hai paura!

  • pinco pallino

    caro professionista……..vada a fare un giro..e vedrà bambini piccoli e bambini grandi giocare…..così si distrae un poco…..dal grigio della sua professione……..!!

    • BillyBalle

      Siamo tornati al tempo in cui si andava a prendere i vecchi agli ospizi per portarli alle mostre e far vedere che c’era il bagno di folla?…Copenaghen ha ideato un progetto che è stato scelto dai cittadini mentre a Cremona, la sua brutta copia è stata imposta dal partito! Ovviamente in nome del cambiamento e della trasparenza….

      • pinco pallino

        veramente il sindaco è stato scelto dai cremonesi con il suo programma……………..sempre meglio della cascina urbana…………..!!

        • BillyBalle

          pure i 3 architetti???

          • pinco pallino

            NON hanno ancora proposto i grattacieli a Cremona…mi pare………!!!!

          • Sorcio Verde

            No, ma sembra rimettano le pensiline

          • pinco pallino

            LEI SI…CHE è INFORMATO………..!!
            sarà per tutelare le teste di legno che hanno bisogno di ripararsi dalla pioggia……..!!!!

          • BillyBalle

            O forse per piazzare altri raccomandati..?

          • BillyBalle

            E’ vero, si sono limitati a copiare da altri come succede da decenni in questa città di grandi creativi…Se facciamo passare che copiare è lecito, allora non lamentiamoci se i brand vengono venduti illegalmente e se il Made in Italy è copiato dovunque. Se si sceglie la strada del “fine giustifica i mezzi” la riforma della giustizia è presto fatta, i reati scompaiono dal diritto!

  • Valerio Telò

    condivido i commenti di pinco pallino, se poi l’idea non riscuterà successo ritornare alle origini non avrà grandi costi

    • BillyBalle

      E io pago!!!!!!!!!

    • Sorcio Verde

      Bisognerà tornare alle origini perchè la sopraintendeza ha detto che tassativamente va riportato tutto come prima il 30 -09 quindi altre spese ……E IO PAGO!!!!! senza sapere quanto.

  • Gueggio

    professi? o nista? no pro fessi!
    di Cremona…
    Tutto quello che mi è piaciuto di più e la firma di questo personaggio.
    Complimenti!

  • Angela

    Qualunque cosa si faccia per la città, ci sarà sempre qualcuno che critica! Il “fiume urbano” non potrà risanare l’economia di un paese, ma con tutte le iniziative che si stanno proponendo, si è almeno VIVACIZZATA la città!!
    Angela

    • Sorcio Verde

      Se il “parchetto giochi”, perchè di questo si tratta, lo si fosse realizzato in Piazza Roma, avremmo avuto una cosa duratura che poteva essere usata anche in futuro, in un contesto più idoneo e i soldi erano spesi meglio.
      I concerti e gli eventi potevano essere fatti comunque anche senza questa sbrodolata di colori.
      Ora aspettiamo solo il piano “SBLOCCACREMONA” e siamo a posto.

  • BillyBalle

    Quando i progetti sono di qualità non possono essere criticati, magari da noi si vivacizzasse allo stesso modo!!! http://www.archdaily.com/286223/superkilen-topotek-1-big-architects-superflex/

    Ma le copie, si sa, sono una ammissione di assoluto vuoto creativo e di incapacità progettuale!