Un commento

Pd: "Corso Garibaldi, dall'opposizione reazioni scomposte"

cubisulcorso-evid

Foto Sessa

Intervento dei consiglieri comunali del Pd Roberto Poli e Rodolfo Bona, a nome del gruppo democratico, a difesa dell’operazione corso Garibaldi dopo commenti dell’opposizione. “Sul percorso originale di riqualificazione avviato su corso Garibaldi – scrivono – ci si potevano attendere opinioni e reazioni contrastanti dei cittadini, così come è avvenuto, essendo ovviamente legittimo qualsiasi giudizio estetico sull’intervento. Non ci appaiono però comprensibili le reazioni scomposte, il sarcasmo, le mistificazioni giunte da parte dell’opposizione, che non sembra cogliere il senso politico dell’iniziativa. L’intervento temporaneo e sperimentale su corso Garibaldi non ha né la pretesa di essere una panacea ai problemi del commercio né l’ambizione di rappresentare un modello da esportare. E, si tranquillizzino i consiglieri dell’opposizione, perché noi pur essendo cittadini di provincia, abbiamo il senso della misura e la capacità di distinguere le opere d’arte dal nostro intervento, che è semplicemente una prima risposta, con elementi innovativi e originali, al declino progressivo di quell’area della città. E abbiamo anche la capacità di distinguere un prima e un dopo l’amministrazione Galimberti”.

“Il prima su corso Garibaldi – aggiungono – è stato l’avvio di una pedonalizzazione senza interventi di qualificazione dell’arredo urbano e creando un’area di nessuno, né aperta al traffico né davvero fruibile per i pedoni. Il dopo è un tentativo di agire per arrestare il declino, consapevoli che servono interventi strutturali e nell’ambito di un progetto complessivo di rilancio culturale, turistico ed economico per la città. Il dopo è anche un tentativo di correre ai ripari rispetto all’applicazione della Tari che ha determinato effetti molto problematici per la città. In merito alle polemiche sui costi di Corso Garibaldi, ricordiamo che le risorse economiche per interventi di riqualificazione urbana non sono utilizzabili tout court per altri tipi di esigenze o necessità, essendo legate ad un bando specifico sull’attratività Ed inoltre che alcuni costi sono per interventi duraturi (arredo e wi-fi)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • pinco pallino

    Se penso che nella passata amm.ne c’era chi voleva costruire grattacieli a Cremona……………..mi vien da ridere……….!!!
    E gli stessi non viaggiano molto, neppure in internet……ove potrebbero vedere che analoghe iniziative a basso costo………sono state poste in essere in varie città del nord europa.
    Sempre meglio della cascina urbana….!!!