Un commento

Truffe dell'orologio, via oltre 1500 euro Questura: "Attenzione"

orologio

Almeno due episodi negli ultimi giorni: con la truffa dell’orologio rotto sono stati sottratti a due cittadini, complessivamente, più di 1500 euro. La Questura invita a prestare la massima attenzione (raccomandazione rivolta in particolare agli anziani, più spesso nel mirino dei malviventi) e a denunciare eventuali casi non ancora portati a conoscenza delle forze dell’ordine. I due episodi citati sono stati registrati in città ed è stata successivamente presentata denuncia alla polizia. Le vittime sono un uomo e una signora, avvicinati e raggirati da una donna (probabilmente sempre la stessa stando a quanto ricostruito) distinta, ben vestita e italiana a giudicare dal modo di parlare. Una volta nella zona di via Bergamo e una volta nell’area di via Massarotti.

La dinamica dell’inganno è chiara. Un’automobile in movimento, in fase di manovra, viene urtata con la mano o con un oggetto, in modo decisamente rumoroso, e la persona al volante viene colpevolizzata dall’autore della truffa: “Mi ha rotto l’orologio, guardi qui”. Un orologio, ovviamente, “di valore” secondo chi mette in atto l’imbroglio. L’invito all’automobilista è al risarcimento immediato del danno, senza pratiche assicurative: “Così la sua polizza per la macchina non aumenta”.

In uno dei due casi denunciati sono stati sottratti alla vittima della truffa circa 1500 euro, nell’altro caso, anche per l’impossibilità della vittima di accedere nell’immediato a una somma più rilevante, 50 euro.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luciano

    Ma chi è che è cosi stupido da farsi fregare cosi….