Commenta

Tari, niente di fatto: i commercianti dovranno pagare

negozi-tari-evid

Niente di fatto per la Tari. Le variazioni di bilancio, su cui i commercianti facevano affidamento, auspicando di vedersi abbassare almeno di un po’ gli altissimi importi che sono costretti a pagare, non hanno previsto nessuna rimodulazione. “Purtroppo, con un disavanzo di 2,5 milioni in bilancio, non avevamo spazio di manovra” ha evidenziato il sindaco Gianluca Galimberti, che chiede la collaborazione di tutti i commercianti e delle associazioni di categoria. “Dobbiamo cercare di stringere i denti, tutti insieme”. Purtroppo, come ha evidenziato l’assessore al bilancio Maurizio Manzi, “non possiamo dare risposte differenti da quelle che già abbiamo dato. Il fondo di sostegno previsto era di 100mila euro e tale rimane perché non c’è modo di aumentarlo. Però stiamo già lavorando affinché per il prossimo anno, affrontando il problema alla radice, ossia sulla riduzione del costo di smaltimento dei rifiuti, le cose possano cambiare. A questo proposito è già partito il lavoro di studio con Lgh e Aem. Vogliamo ottenere un calo significativo di tale costo”.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti