Commenta

Bus: acquisto dei biglietti più veloce e tecnologico

biglietteria-pullman-evid

Fare i biglietti del bus in modo veloce, attraverso un sistema totalmente elettronico: questo il progetto che rientra nel protocollo di intesa firmato tra la Provincia di Cremona e i Comuni di Cremona e Crema per l’informatizzazione del sistema di biglietteria sul territorio. Il protocollo prevede infatti “la presentazione congiunta dell’istanza di contributo in forma di progetto integrato, relativamente al bando del 6/6/2014 per lo sviluppo dei sistemi di bigliettazione elettronica interoperabili di trasporto pubblico locale in Regione Lombardia”.

In sostanza i tre enti si sono messi insieme per dare mandato all’Ati (Azienda che gestisce il trasporto pubblico su tutto il territorio, composta da Autoguidovie, Km, Lineaservizi per la mobilità, Miobus by Autoguidovie, Star) di partecipare al bando di Regione Lombardia, che prevede un contributo sino al 50% della spesa, per la realizzazione di “sistemi di bigliettazione elettronica tecnologicamente avanzati a livello regionale, in modo da contribuire a semplificare l’utilizzo del trasporto pubblico da parte dei cittadini, supportare le politiche di integrazione tariffaria, ampliare le modalità di vendita e di pagamento”.

Poiché la domanda di contributo potrà essere presentata in forma di progetto integrato da più Enti che stipulino tra loro un accordo, la Provincia di Cremona, il Comune di Cremona ed il Comune di Crema, che hanno già affidato congiuntamente il servizio di trasporto pubblico locale su gomma nel bacino urbano ed extraurbano della provincia di Cremona, hanno deciso di presentare sempre congiuntamente istanza di contributo. La spesa verrà sostenuta, per la parte non oggetto di cofinanziamento regionale, interamente dall’Ati. Pertanto, nessun onere finanziario risulterà in capo agli Enti sottoscrittori il protocollo.

“La realizzazione di un sistema di bigliettazione tecnologicamente innovativo a livello regionale contribuisce a semplificare l’utilizzo del trasporto pubblico da parte dei cittadini, supportare le politiche di integrazione tariffaria, ampliare le modalità di vendita di pagamento e le possibilità di supporto per i titoli di viaggio, gestire con flessibilità differenti livelli tariffari, rilevare i dati di origine e destinazione nonché di frequenza dell’utenza per la programmazione dei servizi e per il riparto degli introiti tariffari tra i diversi vettori” si legge nel protocollo di intesa. In particolare il progetto permetterà di: abilitare sistemi tariffari innovativi, semplificare l’acquisto e l’utilizzo dei biglietti per l’utenza, ridurre l’evasione, incrementare l’affidabilità del sistema, riorganizzare il processo aziendale di vendita, monitorare il comportamento dei clienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti