Commenta

La Vanoli ci prova ma Armani è troppo forte Al Palaradi finisce 61-68

vanoli-evid

Foto Sessa

Come da copione l’Ea7 Armani rispetta il pronostico della vigilia e si impone al PalaRadi sulla Vanoli Cremona 61-68. I padroni di casa con Vitali, Mian infortunati e Poscic da pochi giorni a Cremona si sono battuti con coraggio e determinazione sino alla fine e non hanno sfigurato. Hanno tenuto testa ai milanesi sino a metà partita poi hanno preso un passivo di 16 lunghezze che in pratica ha deciso il match. Nella prima frazione dopo  il 5-5  del 5’ sono Gentile e Samuels a mettersi in evidenza favorendo l’allungo di Milano sul 12-5. Ferguson è l’unico della Vanoli ha trovare la via del canestro con 8 punti ed il punteggio al 10’ si fissa sul 10-16. Inizia bene il secondo periodo Clark con quattro centri consecutivi che permettono ai biancoblu di rimanere  a stretto contatto con l’Armani 26-28. Un fallo “tecnico” fischiato a Kleiza  mette nelle mani della Vanoli il pallone del possibile sorpasso ma ciò non avviene e si va al riposo lungo sul 26-30.

L’Armani approfitta degli errori in attacco della Vanoli e si distacca a più 10 al 25’ 39-29. E’ lo strapotere sotto i tabellone offensivo di Samardo Samuels a fare la differenza: infila 14 punti nel periodo e Milano è in testa 51-35 al 28’. Nell’ultimo periodo i locali non demordono e riescono a limitare i danni applauditi ed incoraggiati dal pubblico.

Marco Ravara

VANOLI CREMONA-ARMANI MILANO 61-68. Parziali 10-16, 26-30, 40-54V

ANOLI CREMONA: Hayes 11, Gazzotti 3, Campani 4, Ferguson 18 Proscic 2, Clark 14, Bell 9. Vitali, Mian. Pisacane. All Pancotto

ARMANI MILANO: Ragland 10, Brooks 7, Gentile 9, Melli, Cereklla, Meachan 2, kleiza 13,SShawn, Samuels 22, Moss 4. Gigli e Toffoli. All. Banchi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti