Commenta

Dalla Provincia allo Stato quasi tre milioni per spending review e bonus 80 euro

provincia-evid

La Provincia di Cremona contribuisce con quasi 2 milioni di euro alla spending review dello Stato e con poco meno di un altro milione al finanziamento del bonus di 80 euro in busta paga. Nonostante funzioni e servizi non siano cambiati, l’ente di corso Vittorio Emanuele continua a tagliare le spese: 1 milione e 973.155 euro transiteranno dalle casse cremonesi al conto corrente della tesoreria dello Stato, in aggiunta ai tagli progressivi subiti da tutti gli enti locali da diversi anni a questa parte. Le spese tagliate nel 2014 per far fonte a questo impegno sono imputate in prevalenza al capitolo ‘acquisto beni e servizi’, con 1 milione 954.243 euro in meno; altri 12.861 euro sono stati tolti dalla voce incarichi di collaborazione e consulenza; e 6.050 dal parco autovetture. Ma non è finita. Anche la Provincia come del resto il Comune, ha dovuto mettere mano alle sue casse per far fonte alla misura fortemente voluta dal Governo degli 80 euro in busta paga ai lavoratori dipendenti sotto i 26 euro lordi annui, disposta con il decreto 66 della scorsa estate. Questo significa per la Provincia un ulteriore esborso di 996 mila euro, che vanno a finanziare il gruzzolo di 100 milioni complessivi che lo Stato conta di raggranellare nel 2014 da tutti gli enti in via di trasformazione. Altri 60 conta di recuperarne l’anno prossimo e altri 66 nel 2016. Il contributo di quest’anno viene sostenuto – si legge nella determina che fissa l’impegno di spesa – grazie al “progressivo venir meno delle elezioni provinciali oltre che per la gratuità delle attività svolte dai componenti degli organi delle province”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti