Commenta

Libera Agricoltori, per la presidenza Folli o Lanzoni come garante di tutti gli iscritti

evid-a

Escluso Antonio Piva dal consiglio della Libera Associazioni Agricoltori, cominciano gli incontri per disegnare il dopo-Piva così da arrivare in fretta con un candidato presidente già al primo consiglio. Il presidente uscente è stato sonoramente battuto tra i proprietari terrieri lasciando a quattro agricoltori decisamente a lui contrari l’intera posta della sezione. Da questa lista è rimasto fuori anche Ernesto Folli, presidente del Consorzio Agrario, ma lo stesso è potuto entrare in consiglio grazie alla categoria dei produttori di cerali (primo con 397 voti come Paolo Cantoni).

Dunque Ernesto Folli, escluso da una parte ma rientrato dall’altra, potrebbe essere il prossimo presidente della Libera Associazione degli Agricoltori Cremonesi ma solo se si andrà ad uno scontro muscolare fra i pro-Piva (che comunque mantengono una vasta maggioranza in consiglio e che sono pronti a candidarlo) e i contras (pronti a puntare su Stefano Pasquali, il più votato tra i proprietari). Ma a quanto risulta i pompieri sono in azione per raffreddare gli animi e cercare una soluzione unitaria. In questo caso si andrebbe ad un presidente di garanzia di tutte e due le componenti. Il nome che ha iniziato a circolare è quello di Pino Lanzoni, stimato agricoltore eletto nella lista dell’Impresa familiare, conosciuto per il suo tratto cortese e per la sua capacità di attrarre consensi e simpatie. Anche lui vicino a Piva ma capace di dialogare con tutte le componenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti