Commenta

Armi in casa: se manca la licenza ora serve certificazione medica

pistola-in-casa

La Questura di Cremona fa sapere ai cittadini che entro il 4 maggio 2015, “chiunque detiene armi senza essere in possesso di alcuna licenza di porto d’armi in corso di validità, deve presentare la certificazione medica prevista dall’art. 35 del Testo Unico delle leggi di Pubblica sicurezza, salvo che non sia stata già prodotta nei sei anni antecedenti alla data del 05 novembre 2013. Inoltre tale certificazione dovrà essere rinnovata ogni sei anni”. La mancata presentazione del certificato medico, che viene rilasciato dalle autorità sanitarie pubbliche, autorizza il Prefetto a vietare la detenzione delle armi denunciate, ai sensi dell’art. 39 T.U.L.P.S.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti