2 Commenti

Assessore Viola: Più controlli su evasori e cultura della legalità

trasparenza viola-evid

Si è tenuta in settimana la prima seduta della Commissione consiliare Trasparenza, Anticorruzione, Antimafia e Progetti Europei, presieduta da Michele Bufano. Nel corso della riunione l’assessore alla Trasparenza e alla Vivibilità sociale Rosita Viola, illustrando le linee di mandato 2014-2019 riguardanti le sue deleghe, ha spiegato che l’obiettivo primario per una pubblica amministrazione efficiente è la partecipazione: questo significa, tra l’altro, favorire l’accessibilità e la fruibilità dei dati e delle informazioni, in sostanza trasparenza.
La conoscenza dell’organizzazione e dell’attività della pubblica amministrazione è infatti fondamentale per il controllo democratico delle funzioni istituzionali e dell’utilizzo delle risorse. Ad ottobre la Giunta ha approvato la delibera sulla “Trasparenza a costo zero”. Un atto importante, ha spiegato l’assessore Viola, al quale devono ora seguire azioni concrete quali, ad esempio, la formazione del personale e degli amministratori in materia di trasparenza e anticorruzione, l’organizzazione annuale della Giornata della trasparenza e della buona amministrazione.
Sempre sul tema della trasparenza è prevista la realizzazione a SpazioComune di un ciclo di eventi informativi e formativi rivolti ai cittadini, per una maggiore conoscenza dell’organizzazione comunale e del suo funzionamento, e per promuovere una partecipazione consapevole e l’attivazione di un Osservatorio Pubblico sulla Trasparenza. Trasparenza significa accessibilità totale delle informazioni e la loro fruibilità attraverso la semplificazione della comunicazione che deve essere per tutti al fine di promuovere la conoscenza e la facilità di utilizzo dei servizi comunali.
Oltre all’implementazione di un nuovo sito istituzionale a partire dal 2015 si prevede la definizione e l’adozione di un Piano Comunicazione dell’Ente, la produzione di materiale informativo sulle sedi, i servizi e gli uffici comunali, la realizzazione di un kit per i residenti e una campagna di conoscenza dei Comitati di Quartiere che possa favorire e incentivare la partecipazione.
L’assessore Viola ha inoltre accennato ad azioni per contrastare il fenomeno dell’evasione ed elusione fiscale  e azioni per diffondere una cultura della legalità dentro e fuori all’Ente Locale con l’adesione e la partecipazione alla rete degli enti locali “Avviso Pubblico per la formazione degli amministratori, degli eletti e del personale relativamente a strumenti nella Pubblica Amministrazione in materia di legalità, anticorruzione, antimafia”, e lo scambio di buone prassi.
Sarà potenziata l’azione di contrasto all’evasione dei tributi locali e rafforzata la partecipazione del Comune all’accertamento dei tributi erariali anche attraverso il confronto e integrazione dei database di differenti Enti e l’implementazione di strumenti per la verifica della correttezza delle tariffe pagate per i servizi pubblici comunali.
Infine l’assessore Rosita Viola ha evidenziato la necessità di reperire risorse a livello europeo, nazionale, regionale per la realizzazione di progettualità strategiche per l’Ente attraverso il rafforzamento dell’Ufficio Progetti e Risorse, già in atto, in termini di personale e competenze e l’organizzazione di una rete di professionalità interne all’Ente per la progettazione con la loro formazione diffusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Guest

    Cultura della legalità anche per chi occupa case non sue? per chi deturpa la città con scritte varie? per chi impedisce o vorrebbe impedire manifestazioni libere e regolarmente autorizzate?

    • Ezechiele Profeta

      Certo che sì. La civiltà si fonda sui principi e sulle leggi, e la legge non è legge se non è uguale per tutti, quindi pure per: antidemocratici, violenti, autocratici, dispotici, dittatoriali, prepotenti, fanatici, razzisti, skinheads, naziskin, antisemiti, segregazionisti, reazionari, antimodernisti, retrivi, conservatori, controrivoluzionari, codini, nostalgici, parrucconi, passatisti, tradizionalisti, faccioni, eversivi, destabilizzatori, squadristi, imperialisti, schiavisti, colonizzatori, assolutisti, castigatori, puristi, beoti, ottusi, militaristi, bellicisti, picchiatori, manganellatori, maneschi, chiusi, neri, mortiferi, rigidi, formali, gerarchici, antistorici, nazifascisti, nazisti, fascisti e stoccafissi.