Commenta

Treni, la Mi-Cr-Mn ha peggiorato il proprio indice di puntualità

treni

E’ al momento in corso lo studio di fattibilità sul cosiddetto “treno dei capoluoghi”, quale servizio aggiunto, nei giorni festivi, nel periodo di Expo 2015. Questa la principale novità emersa nel corso della riunione, svoltasi giovedì pomeriggio a Milano, nella sede della Regione, del tavolo territoriale del Servizio Ferroviario Regionale – quadrante sud, che comprende la linea Milano – Cremona – Mantova. Saranno quanto prima forniti aggiornamenti sulla fattibilità tecnica. Una riunione in cui sono però emerse le grandi criticità del servizio ferroviario regionale.

Per quanto riguarda il trasporto pendolare sulla linea Milano – Cremona – Mantova sono stati nuovamente messi in evidenza i gravi problemi riguardanti i continui ritardi e le soppressioni di corse che, negli ultimi periodi, si sono fatti sempre più frequenti, causando gravi disagi all’utenza. Trenord ed RFI hanno constatato che la linea viaggia su standard peggiori rispetto agli anni passati, tanto che l’indice di puntualità (corse entro i 5 minuti di ritardo sul totale corse) è del 65% sulla tratta Milano Mantova e del 45% sulla tratta Codogno Mantova, mentre uno standard accettabile non dovrebbe essere inferiore all’80%. Altro problema sollevato è quello relativo alla capienza del convoglio utilizzato dagli studenti sulla tratta Cremona – Mantova delle 14.15: problema che, in base a quanto riferito, negli ultimi giorni è stato risolto.

All’incontro, al quale hanno partecipato i referenti di Regione Lombardia, di Trenord, Ferrovie Nord e RFI, nonché gli enti locali interessati e i comitati pendolari, sono state presentate la novità previste dal cambio orario, che per il quadrante sud (linea Mantova Cremona Milano) non sono particolarmente rilevanti.

“Ma la riunione è servita anche a fare il punto sulla situazione del servizio ferroviario regionale e per chiedere ai referenti presenti un aggiornamenti rispetto a quanto concordato negli incontri tra gli amministratori di Cremona, Mantova e Lodi con l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alberto Cavalli – fanno sapere dall’amministrazione comunale -. Nel corso della riunione è stato chiesto un approfondimento sugli interventi previsti nel Protocollo di intesa siglato a luglio di quest’anno tra Regione Lombardia e RFI, in particolare per quanto riguarda i tempi. Il protocollo prevede tre tipologie di interventi tutti volti a migliorare le infrastrutture ed i servizi. In particolare i primi due (realizzazione di posti di blocco intermedi e interventi su armamenti ferroviari volti a migliorare la velocità dei treni merci presenti sulla linea e quindi le prestazioni complessive) dovrebbero essere operativi entro fine 2016. Per il terzo intervento, che prevede una migliore gestione degli incroci, sono previsti tempi meno brevi, non ancora chiaramente definiti”.

Lunedi 1° dicembre è prevista invece la riunione del quadrante est, alle 16,30, dove verrà affrontato il servizio lungo le tratte Cremona-Brescia e Cremona-Treviglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti