Un commento

Più decoro per il centro: cambia orario di ritiro del cartone

raccolta-cartone-evid

Più decoro urbano per il centro storico di Cremona. Da oggi, lunedì 1 dicembre, cambia l’orario di ritiro degli imballaggi di cartone presso le attività commerciali della zona. Una soluzione fortemente voluta dal Comune di Cremona, in risposta alle numerose lamentele pervenute per il fatto che in diversi angoli del centro tali imballi restavano ammonticchiati per ore, dando un’immagine tutt’altro che positiva del centro storico, soprattutto per i turisti che arrivavano in città.

Il ritiro del cartone sarà effettuato nelle ore centrali della giornata (12.30-14.30) alla chiusura dei negozi, proprio al fine di evitare prolungate giacenze di rifiuti sul suolo pubblico. Nelle altre aree la raccolta anzichè al mattino verrà effettuata in orario pomeridiano. Aem Cremona invita inoltre i titolari delle attività commerciali ad attenersi ad osservare le seguenti disposizioni: disporre i cartoni ordinatamente, debitamente piegati in modo da occupare il minor spazio possibile, e comunque tali da non costituire intralcio alla circolazione veicolare e pedonale; ridurre il volume degli imballaggi in cartone ed esporli esclusivamente sulla sede stradale prospiciente la propria attività nel giorno ed all’orario indicato.

“La modifica degli orari del ritiro è finalizzata a garantire un  maggiore decoro del centro storico, in particolare dell’area pedonale e della ztl – evidenzia Aem in un comunicato, rinnovando l’invito alle attività commerciali interessate “a collaborare fattivamente a rispettare le modalità nonché gli orari di esposizione degli imballaggi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Luca

    Ci sono arrivati finalmente a capire che i rifiuti per strada sono una cosa vergognosa ovunque ma soprattutto nel centro storico di una città dove i turisti (anche se pochi) bazzicano!
    A questo punto mi auguro che si cerchi di porre rimedio anche all’assurda gestione della raccolta differenziata in zone della città dove non è possibile strutturalmente organizzare questo tipo di raccolta come oggi viene fatta. Faccio un esempio interessato: Via Volturno, stretta, dissestata, marciapiedi già impraticabili normalmente (e stretti), immaginate di doverli percorrere con una carrozzina, facendo su e giù per il marciapiede col RISCHIO DI ESSERE INVESTITI perchè OGNI GIORNO c’e’ la raccolta di qualcosa, mi domando: VI SEMBRA UNA COSA CIVILE???????