Commenta

Blitz contro gli specialisti dei colpi in abitazione, fermo per tre albanesi

polizia-evid

Blitz contro un trio secondo l’accusa specializzato nei furti nelle abitazioni. Base a Sant’Angelo Lodigiano e raggio d’azione anche nelle province di Cremona, Milano, Piacenza, Pavia e Alessandria. Le indagini si sono sviluppate nell’arco di circa due mesi: gli accertamenti della polizia di Lodi, che si è occupata del caso sotto il coordinamento del procuratore Vincenzo Russo, parlano di una cinquantina di colpi già conteggiati (ma gli investigatori sono convinti che siano molti di più). Un provvedimento di fermo per furto e ricettazione, si apprende in queste ore, è stato eseguito quattro giorni fa tra i Comuni lodigiani di Sant’Angelo e Valera Fratta nei confronti di tre albanesi, due ventenni (Roland Kara e Klaudjo Ejlli) e un 26enne (Alban Cera). Pedinamenti, intercettazioni e tre tentativi di arresto in flagranza di reato falliti. Poi il blitz. Secondo gli investigatori i tre entravano in azione di pomeriggio e nelle ore notturne, talvolta incuranti della presenza in casa delle vittime dei furti, e per i loro movimenti sfruttavano auto rubate. Fondamentale per l’indagine, iniziata come accennato circa due mesi fa, l’osservazione di una macchina lasciata per giorni ferma in un centro della provincia di Lodi. Bottini (secondo gli investigatori da piazzare nel Milanese) composti da denaro, bancomat e carte, tablet, computer, armi e preziosi per centinaia di migliaia di euro (si apprende che una piccola parte della refurtiva è stata ritrovata durante il blitz) e automobili (quelle più costose destinate all’Est Europa e quelle più piccole all’utilizzo durante i colpi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti