Un commento

Emergenza abitativa in crescita, il Comune stanzia 13mila euro

comune-sfratti-evid

In risposta al problema dell’emergenza abitativa contemporanea (che riguarda anche il progetto Sprar, relativo all’accoglienza dei rifugiati), il Comune, con la fine del 2014, ha stanziato 13.000 euro, a copertura delle indennità di occupazione provvisoria di alloggi nell’ambito del progetto di housing sociale avviato nel 2011.

Si tratta di percorsi di ospitalità temporanei in strutture protette e seguite dai servizi sociali, in cui vengono promossi percorsi di integrazione e di autonomia sociale. Ma servono anche spazi adeguati a chi si trova in situazioni particolari. “Negli ultimi mesi, per effetto della crisi economica, si sta assistendo ad un aumento degli sfratti e ad una conseguente emersione del disagio abitativo, al quale non è efficace e appropriato rispondere con l’inserimento in strutture comunitarie. In questa cornice si colloca la collaborazione con Aler, Fondazione Città di Cremona e Cooperativa Società per Case popolari di Cremona, con l’obiettivo di mettere in campo un più ampio progetto per lo sviluppo di diverse forme di assistenza socio-abitativa, capaci di rispondere alle problematiche di emergenza-urgenza abitativa e bisogni provvisori di alloggi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Guest

    Soldi per gli immigrati come al solito?