6 Commenti

Consiglio comunale: quello strano silenzio del Pd cremonese sulle nomine del cda Aem

Pd-consiglio-evid

Che fine ha fatto il Pd in Consiglio comunale? A chiederselo sono in molti, compresi alcuni membri interni al partito, rimasti sconcertati dalla mancanza di interventi da parte del gruppo consiliare, soprattutto nella vicenda delle nomine di Aem. Nessuna risposta è infatti arrivata in merito alle accuse lanciate dal consigliere comunale Ncd Federico Fasani e riprese dal consigliere regionale Carlo Malvezzi.

Anche la stessa Caterina Ruggeri, membro storico del partito, su Facebook si è posta delle domande. “Ma i consiglieri comunali Pd perché sono così silenziosi? – si chiede – Fasani ne spara una tutti i giorni e mi sarei aspettata una altrettanto pesante replica da chi in Consiglio sta in maggioranza”. Invece è replicare, come evidenza ancora la stessa Ruggeri, “è Alessia Manfredini, assessore della Giunta Galimberti. Qualcosa non mi quadra. Comunque brava Alessia”.

Sulla vicenda ha cercato invece di smorzare i toni il segretario del partito democratico Matteo Piloni, difendendo le scelte fatte per il rinnovo del consiglio di amministrazione di Aem Spa. Piloni ha parlato di condivisione in casa Pd sui nomi usciti, soprattutto su quello dell’ex assessore provinciale Fiorella Lazzari e dell’avvocato Ada Ficarelli.

Lo scontro sul Cda ha visto coinvolti, nei giorni scorsi, il consigliere comunale di Ncd, Federico Fasani e la lista civica del sindaco, Fare Nuova la Città. L’intervento della civica del sindaco a difesa dell’operato del primo cittadino e di tutta la sua maggioranza è un altro esempio in cui la lista stia mettendo in secondo piano l’azione politica del Pd. Partito che in consiglio comunale – è bene ricordarlo – ha la maggioranza schiacciante di consiglieri, 14, rispetto a tutte le altre forze politiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Claudia Cremonesi

    Si faccia avanti chi ha mangiato la Nutella con i biscotti e confessi!
    Poi finalmente si parlerà di come risolvere la disoccupazione, il caro tasse, le pensioni minime, gli aiuti alle imprese e al commercio…..a noi delle poltrone non interessa proprio un bel niente!

    • Gianluigi Stagnati

      Aristide, concordo che di problemi più importanti ce ne siano da affrontare.
      Resta il fatto, leggendo le cronache sui giornale e le trasmissioni di Report, che in molte città dove è arrivata questa multinazionale francese a gestire l’acqua le cose poi si sono messe male per i consumatori, ovvero bollette salate. Speriamo che tutto il buon lavoro fatto negli anni scorsi dai dirigenti, tecnici e operai AEM, sia per l’acquedotto che per il depuratore, non vada a finire in cattive mani. Buonagiornata

      • Claudia Cremonesi

        I giornali hanno ampiamente dimostrato che la politica non si preoccupa dei consumatori e per una multinazionale che se ne va, ne verrà subito un altra, cambia solo il colore ma non le abitudini.
        Le bollette purtroppo non diminuiscono mai e questa è l’unica cosa che potrebbe catturare la nostra attenzione

  • pinco pallino

    effetto SOCCORSO ROSSO…………….???!!!!

    • Claudia Cremonesi

      No, generale Caster!!

      • pinco pallino

        scrivere………”””””.Custer………””” svp