Commenta

Manca da casa dalla sera prima, trovato morto per un incidente

inc-ev

Nella foto, il luogo dell’incidente

RIPALTA CREMASCA – Un’uscita di strada drammatica con la sua Ford Mondeo di dieci anni. Non ha affrontano una curva sulla destra, poco dopo l’abitato di Bolzone, sulla strada che porta a Capergnanica, forse per un malore, forse per un colpo di sonno. E’ uscito di strada, si è capottato per alcune volte, è stato sbalzato dalla vettura e catapultato a una decina di metri dall’auto, che è rimasta con le ruote all’aria.  E’ morto così Antonio Porcu, 52enne residente a S. Martino in Strada, dove viveva con la moglie. La vittima era il pizzaiolo del ristorante pizzeria Le Colonne di Ripalta Cremasca. Ma sulla sua morte c’è ancora molto da scoprire, perché se è vero che l’uomo mancava da casa da ieri sera, visto che la moglie aveva dato l’allarme prima di mezzanotte, dicendo alle forze dell’ordine che il marito non era rientrato dal lavoro, come può un’auto a ruote all’aria in un campo a pochi metri dalla strada non destare sospetti? Come mai nessuno fino a questa mattina dopo le 8.30 non ha segnalato la sua presenza? E sembra impossibile che nessuno abbia notato il corpo dell’uomo in mezzo al campo. Eppure, non c’era un filo di nebbia e la strada è piuttosto battuta a qualsiasi ora del giorno e della notte. La prima segnalazione è arrivata al 118 poco prima delle 9. Immediati i soccorsi, con auto medica e ambulanza del 118, vigili del fuoco e Polstrada di Crema. Ma per l’uomo nel campo non c’era più nulla da fare.  Secondo le indagini della Polstrada, dopo la mezzanotte sarebbe scesa nella zona un po’ di nebbia che non avrebbe permesso di vedere l’auto nel campo e tantomeno il corpo della vittima fuori dalla vettura. Tuttavia, un testimone avrebbe riferito agli agenti di essere transitato per la strada e di aver notato l’auto nel capo intorno alle 5 del mattino. La salma dell’uomo è stata sottoposta a un’ispezione cadaverica e il medico ha stabilito che la morte del pizzaiolo è avvenuto intorno alle 24. Antonio Porcu faceva i pizzaiolo da trent’anni e aveva lavorato nei locali di Ombriano Il pepe Verde e il Mezzo prima di approdare al ristorante di Ripalta Cremasca. Lascia la moglie e due figli maggiorenni.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti