Commenta

Impiegata di banca ingannata, via 1300 euro: 54enne arrestato dall'Arma

carabinieri-evid

I militari della stazione dell’Arma di Cremona hanno arrestato un pluri-pregiudicato di origine campana di 54 anni, accusato, in complicità con un altro soggetto, di furto aggravato per la sparizione di 1300 euro in contanti da una banca, soldi asportati con rapidità ai danni di una cassiera. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri l’uomo attorno alle ore 10.30 di ieri ha fatto ingresso nella filiale della Banca Popolare di Cremona di via Dante e dopo essersi confuso tra i numerosi clienti si è avvicinato alla cassa dove c’era una impiegata che aveva appena ricevuto il pagamento di 1300 euro da parte di una cliente. Secondo il quadro accusatorio con sicurezza e capacità persuasiva si è rivolto all’impiegata raccontandole che la stava cercando urgentemente il direttore della filiale. La donna è subito nell’adiacente ufficio e dopo aver verificato che non c’era nessuno è tornata alla sua postazione accorgendosi che erano sparite le banconote da lei nascoste in un cassetto. L’impiegata si è allora resa conto di tutto ciò che era accaduto, pensando subito all’uomo dall’aspetto curato e gentile che nel frattempo era riuscito a guadagnare la fuga con un altro complice. Immediata la telefonata al 112 e la rincorsa da parte degli impiegati all’esterno, ma uno dei malfattori è riuscito a dileguarsi dopo aver preso in consegna il denaro. Anche grazie sulla base delle indicazioni degli impiegati il 54enne è stato bloccato da una pattuglia della stazione dell’Arma di Cremona. Si è proceduto con arresto in flagranza. In caserma lo sviluppo delle indagini che hanno convinto i militari delle responsabilità in capo al 54enne (note le iniziali: D.G.D.). L’uomo nella mattinata di domani dovrà rispondere davanti al giudice di furto aggravato in concorso. Considerato il modo di agire, un copione che sembra studiato a tavolino, non viene escluso dai carabinieri che la coppia possa essere responsabile di altri colpi analoghi, anche in altre province.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti