Un commento

Rumore e inquinamento da treni diesel: Comune contatta Trenord

treno deisel-evid

In merito al perdurare della presenza di treni diesel, problematica più volte sollevata dai cittadini, così come avvenuto nell’incontro con i pendolari tenutosi il 20 dicembre scorso, l’Amministrazione comunale comunica di aver preso contatti con i responsabili della movimentazione per capire se, a breve, Trenord è intenzionata a risolvere la situazione.

In particolare, nella sollecitazione inviata, si fa presente che la presenza dei treni diesel nella nostra città sta diventando sempre più un problema, sia  dal punto di vista ambientale, ma anche per la quiete pubblica. Al Comune risulta infatti che il numero dei treni diesel è considerevolmente aumentato, oltre 60, che quotidianamente anche da Brescia si spostano per fare gasolio, oltre al fatto che restano accesi durante la notte, creando molto disagi ai residenti. Da qui la richiesta a Trenord di risolvere il problema e, in prima battuta, spostare i treni, che attualmente sostano sotto le abitazioni in attesa di andare al distributore, e quindi sostituirli con quelli elettrici. E’ stato chiesto inoltre se ci sono novità riguardanti il distributore di gasolio che dovrebbe essere collocato a Piadena.

L’Amministrazione comunale ricorda infine che, già il 30 agosto scorso, il sindaco Gianluca Galimberti, in una lettera inviata al presidente della Regione Roberto Maroni, aveva evidenziato come i treni a diesel, in sostituzione di quelli elettrici, oltre a rappresentare materiale carente ed insufficiente, sono mezzi altamente inquinanti, fattore che non contribuisce a migliorare la qualità dell’aria in una delle zone della Lombardia che, sotto questo punto di vista, si trova ad affrontare una situazione alquanto difficile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Ilaria Capelli

    Il comune fa benissimo: su certe tratte ed anche sulla Milano Cremona dopo le 21 circola “materiale rotabile” che meglio starebbe in un museo: per tacer della sicurezza, del confort (il riscaldamento, questo sconosciuto), si tratta di vecchie macchine diesel fortemente inquinanti e non è infrequente, verso tarda sera, trovarsi casa invasa da un forte odore di vecchio camion, certamente non è aria salubre….
    A questo punto si potrebbe, per contrasto, parlare della Lombardia delle “eccellenze”, dell'”Expo”, dell’aprirsi al mondo ecc. ecc.:mi basterebbe una amministrazione regionale, e pubblica in genere, che facesse onestamente il proprio lavoro. Anche di indagine. Nient’altro.